Home Economia L’Ibex 35 incrementa gli incrementi trainati dai forti incrementi delle rinnovabili

L’Ibex 35 incrementa gli incrementi trainati dai forti incrementi delle rinnovabili

170
0

Lo stambecco 35 aumenta gli aumenti in questo momento (+0,75%, 8.585 punti) spinto da il buon andamento delle imprese rinnovabili. Siemens Gamesa e Solaria avanzano di oltre il 4% all’interno del selettivo, e Audax e Soltec (che ha annunciato il suo ingresso nel mercato portoghese) fanno lo stesso nel mercato continuo. Sul lato negativo dell’indice dei 35 grandi compaiono sempre meno titoli. Le aziende siderurgiche (ArcelorMittal e Acerinox) sono le peggiori.

Tecnicamente, lo spagnolo selettivo continua molto vicino alla media di 200 sessioni. Al di sotto di questo, il supporto chiave è nel 8.274 punti. “Finché continuerà a essere scambiato al di sopra di questo livello di prezzo, non vedremo una complicazione del suo aspetto tecnico”, afferma César Nuez, analista di Bolsamanía e capo di Trader Watch. A breve termine, consiglia anche di essere consapevole della resistenza del 8.621 punti. “Il superamento di questo livello di prezzo ci farebbe pensare a un’estensione dei guadagni fino al livello di 8.912 punti”, sottolinea Nuez.

Il resto dei luoghi del Vecchio Continente sono per lo più elencati in verde, anche se con meno progressi rispetto allo stambecco. Wall Street si è conclusa ieri con rialzi che oscillavano tra lo 0,3% del Dow e l’1,9% del Nasdaqe in Asia sono state imposte anticipazioni, mentre i mercati azionari cinesi restano chiusi.

Di fronte alla calma dei mercati, tensione geopolitica internazionale. Continua la pressione su Vladimir Putin dopo i massacri commessi dalle forze armate russe. La Russia insiste sul fatto che è una configurazione ucraina. il presidente ucraino, Volodimir Zelensky parlerà martedì al Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite. per parlare del cadaveri trovati nella città di Bucha.

Vedi anche:  Il bitcoin e l'ethereum, a tu per tu con le importanti resistenze di 50.000 e 3.500

Inoltre, il Tesoro degli Stati Uniti ha sospeso i pagamenti del debito in dollari dai conti del governo russo nelle banche statunitensi, la crescente pressione su Mosca per trovare fonti di finanziamento alternative per pagare gli investitori obbligazionari, riferisce ‘Bloomberg’. La mossa ha lo scopo di costringere la Russia a scegliere tra tre opzioni poco attraenti: esaurire le riserve in dollari del proprio paese, spendere nuove entrate o andare in amministrazione controllata. La mossa ha lo scopo di aumentare la pressione sul presidente russo Vladimir Putin per porre fine alla sua invasione dell’Ucraina.

Inoltre, il Pentagono prevede di inviare l’Ucraina 10 degli ultimi modelli di droni Switchblade armati di testate anti-carri armati, oltre alle puntate precedentemente annunciate di una versione meno potente. Le nuove armi Switchblade-600 fanno parte dei 300 milioni di dollari di assistenza militare letale annunciata dal Pentagono venerdì. Nel frattempo, Joe Biden lo ha detto Putin potrebbe essere processato per crimini di guerra.

LE INTENZIONI DI MUSK

Naturalmente, il mercato sta ancora parlando della decisione di Elon Musk, CEO di Tesla, di acquistare una quota del 9% in Twitter.

Il movimento avviene poco dopo che Jack Dorsey è stato rimosso dalla carica di CEO e dopo che Musk ha intervistato i suoi follower su Twitter il mese scorso per sapere se la piattaforma aderisce ai principi della libertà di parola.

Vedi anche:  La guerra ostacola la transizione energetica: "Il consumo di carbone aumenterà"

La rivelazione del coinvolgimento di Musk ha fatto salire le azioni di Twitter lunedì. Il CEO di Tesla e l’uomo più ricco del mondo ha anche lanciato un sondaggio chiedendo agli utenti di Twitter se lo volessero un pulsante di modifica per apportare modifiche ai post.

Quanto all’ordine del giorno di questo martedì, oggi vengono pubblicati in Europa e negli Stati Uniti i PMI servizi e compositi di marzo. El Il PMI servizi per la Spagna è sceso a 53,4 da 56,6, inferiore al previsto. PMI servizi dell’Eurozona sale a 55,6, meglio del mese precedente e della stima. In Giappone il PMI servizi è salito a 49,4 da 48,7, meglio del previsto. Tuttavia, è ancora sotto 50, il livello che fa la differenza tra contrazione ed espansione.

Inoltre, vale la pena notare che la RBA australiana ha mantenuto i tassi invariati allo 0,1%, ma ha aperto la strada al loro caricamento nei prossimi mesi.

ALTRI MERCATI

L’euro viene scambiato a 1,0974 dollari (+0,04%). Il petrolio sale dell’1,4%. Il Brent si attesta a $ 109,04 e il West Texas a $ 104,67.

L’oro è piatto ($ 1.935) e l’argento è in aumento dell’1% ($ 24,83).

Bitcoin aggiunge circa il 2% ($ 46.620). Ethereum aumenta dell’1% ($ 3.519).

Il rendimento dell’obbligazione statunitense a 10 anni è del 2,436%.

Articolo precedenteDogecoin porta guadagni in criptovalute dopo l’acquisto da parte di Musk del 9% di Twitter
Articolo successivoJP Morgan: “Il rapporto rischio-rendimento del mercato azionario non è così ribassista come si crede”