Home Economia L’Ibex 35 è scambiato in rialzo mentre Russia e Ucraina riprendono i...

L’Ibex 35 è scambiato in rialzo mentre Russia e Ucraina riprendono i colloqui

97
0

L’Ibex 35 e il resto dei mercati europei Martedì sono scambiati in positivo (Ibex: +0,7%, 8.427 punti; Cac: +1,66%; Dax: +1,28%) dopo aver chiuso con rialzi moderati ieri a Wall Street e che in Asia c’è stata una giornata con una predominanza di numeri verdi. Lì, la Banca del Giappone continua con il suo programma di acquisto di importi illimitati di obbligazioni a 10 anni allo 0,25%. Lo yen è sceso a 123,25 per dollaro, avvicinandosi al livello più basso degli ultimi sei anni.

I rendimenti obbligazionari globali si sono stabilizzati lunedì, con i Treasury USA a 10 anni che sono tornati al di sotto del 2,5%. Tuttavia, l’appiattimento della curva è continuato, tanto che la pendenza della curva del Tesoro USA a 5 e 30 anni ora è inverso e quindi, “un forte segnale di una possibile recessione dell’economia statunitense”, avvertono gli esperti della Danske Bank. La curva dei rendimenti tedesca ha seguito il movimento della curva dei rendimenti statunitense e si è anche appiattita. Tuttavia, il differenziale tra la periferia e il centro dell’UE rimane abbastanza stabile anche se la BCE ha terminato il PEPP (programma di acquisto di emergenza pandemica).

ECCO COME VENGONO LO IBEX E I SUOI ​​TITOLI

Per quanto riguarda lo stambecco, ultimo giorno si è avvicinato alla resistenza di 8.510 punti intraday per poi sgonfiarsi e sagomatura stretta “una cifra di esaurimento”segnalano gli esperti di Bolsamanía.

Vedi anche:  Telefónica: Berenberg migliora il prezzo a 4,60 euro ma non vede più potenziale

“Al momento il rimbalzo delle ultime settimane è mantenuto, e cioè che non vedremo segni di debolezza finché continuerà a scambiare sopra gli 8.200 punti. Se perde questi prezzi, è probabile che potremmo finire fino a vedere un attacco agli 8.000 punti di livello”, indicano gli analisti di questo sito.

All’interno dello stambecco spiccano oggi i rialzi di Bankinter (dopo il miglioramento di Barclays, che ha rivisto l’intero settore bancario spagnolo), seguito da Fluidra, Meliá, Indra o BBVA. Sul lato negativo, Solaria è il peggiore (nonostante il fatto che oggi Credit Suisse lo inserisce nel suo gruppo di favoriti tra le ‘small cap’ europee), insieme ad Almirall (dopo gli aumenti di ieri) ed Enagás.

Oggi si parla anche di IAG (a cui Morgan Stanley taglia a 2,3 euro da 2,5 euro, pur anticipando un’estate difficile per le compagnie aereecome hanno fatto nei giorni scorsi Deutsche e BofA), oppure Telefono (JP Morgan alza il prezzomentre l’operatore ha raggiunto un accordo con DANZ a distribuisci il tuo pacchetto partita LaLiga).

NUOVO INCONTRO

Sul capitolo della guerra, i colloqui faccia a faccia tra Ucraina e Russia continueranno questa settimana, con delegazioni di entrambi i paesi in viaggio in Turchia per riprenderli questo martedì.

Funzionari ucraini hanno dichiarato ieri che non apriranno corridoi umanitari per consentire l’evacuazione dei civili, alla luce delle informazioni che suggeriscono che le forze russe potrebbero pianificare un attacco alle vie di evacuazione.

Vedi anche:  Chiavi per la prossima settimana: BCE, CPI nell'eurozona, occupazione negli Stati Uniti, risultati...

GOVERNO ECCEZIONALE

Qui in Spagna, gli investitori stanno aspettando i dettagli del piano shock per far fronte alle conseguenze della guerra che il presidente del governo, Pedro Sánchez, ha avanzato ierie approvato oggi dal Consiglio dei ministri.

Il piano presuppone aiuto di 16.000 milioni di euroCompreso 20 centesimi di sconto per litro di benzinaimporto già concordato la scorsa settimana con i vettori.

Nel mercato immobiliare, a limitazione al 2% dell’aumento degli affitti fino al 30 giugno, mentre le misure comprendono anche 10.000 milioni in più in crediti ICO.

Per quanto riguarda gli altri momenti salienti dell’agenda della giornata, il L’indice tedesco GfK di aprile è sceso a -15,5, peggiore del previsto (-12) e del precedente -8,5. Oggi vedremo anche la fiducia dei consumatori per marzo e l’indice dei prezzi delle case per gennaio che sarà rilasciato negli Stati Uniti.

ALTRI MERCATI

L’euro viene scambiato a 1,0997 dollari (+0,17%). Il rendimenti petroliferi 0,8% in media, con il Brent a $ 111,73 e il West Texas a $ 105,11.

L’oro perde lo 0,8% ($ 1.923) e l’argento lo 0,7% ($ 25,01).

Bitcoin è sceso dell’1% ($ 47.552) ed ethereum dello 0,5% ($ 3.398).

Il rendimento dell’obbligazione statunitense a 10 anni è del 2,483%.

Articolo precedenteBBVA implementa definitivamente il telelavoro fino al 40% della giornata lavorativa
Articolo successivoSiemens Gamesa rispetta meglio i minimi di febbraio: ora o mai più