Home Economia L’Ibex 35 e l’Europa tornano sui dubbi dopo la chiusura negativa di...

L’Ibex 35 e l’Europa tornano sui dubbi dopo la chiusura negativa di Wall Street

124
0

L’Ibex 35 e il resto dei mercati azionari europei tornano ai dubbi questo martedì (Ibex: -0,17%, 7.949; Dax: -0,58%; Cac: -0,6%; Ftse 100: -0,3%; Ftse MIB: -0,47% ) dopo ieri Wall Street chiuderà in rosso. Goldman Sachs ha detto che sta trattenendo le assunzioni e “Bloomberg” lo ha pubblicato Apple sta anche pensando di limitare il noleggio e la spesa di attrezzature il prossimo anno per affrontare la possibile recessione. Queste decisioni hanno pesato sull’umore degli indici statunitensi, che hanno chiuso la giornata con diminuzioni comprese tra lo 0,7% e lo 0,8%che sta esercitando pressioni sui mercati azionari europei questo martedì.

All’interno dello stambecco, il Forte aumento di PharmaMarinsieme al buon andamento delle società energetiche, mentre sul lato negativo, IAG è il titolo peggiore, seguito da Fluidra e Acerinox.

Oggi gli investitori presteranno particolare attenzione ai dati finali sull’inflazione di giugno nell’eurozonaper il quale uno è previsto salire all’8,6%. Nel Regno Unito è stato pubblicato il tasso di disoccupazione dell’ILO di maggio, che è rimasto al 3,8%, come programmato. A livello aziendale, Netflix presenta i risultati questo martedì.

La cautela continua a essere la nota dominante nei mercati, con gli investitori che temono l’inflazione, la recessione, ciò che la BCE annuncerà questo giovedì o cosa finisce per succedere con il Nord Stream 1 e la ripresa (o meno) del flusso di gas russo verso la Germania, qualcosa che si saprà anche giovedì. Nelle ultime notizie legate a questa vicenda, il colosso statale russo Gazprom ha già comunicato ad alcune aziende europee che annullerà le spedizioni di gas per “forza maggiore”.

Vedi anche:  Norges Bank ottiene una partecipazione dell'1,78% in Siemens Gamesa

Nel frattempo, la grande domanda per i mercati ha a che fare con ciò che la Federal Reserve (Fed) finirà per fare nella riunione del 26 e 27 luglio. Alcuni esperti giustificano gli aumenti di ieri in Europa con il fatto che i timori di un possibile aumento del tasso di 100 punti base si sono attenuati ed è stata puntata ancora per un aumento di 75 punti base.

“Non c’è un messaggio coerente e sì molto rumore su ciò che la Fed dovrebbe fare” afferma Naeem Aslam, direttore della ricerca presso l’azienda britannica AvaTrade. “Ma nel complesso, guardando alle aspettative attuali e al mercato del Tesoro, sembra più plausibile che la Fed abbia maggiori probabilità di aumentare il tasso di interesse di 75 punti base per ora”, aggiunge.

Vedi anche:  Bullard (Saint Louis Fed) ritiene che i tassi dovrebbero salire al 3% nel 2022

L’IBEX RISPETTA I SUPPORTI… PER IL MOMENTO

L’Ibex ha chiuso la giornata di ieri con lievi rialzi, inferiori a quelli del resto delle borse europee, e al di sopra del supporto di 7.783 punti. Che sì, gli esperti di ‘Bolsamania’ lo credono continua senza dare il minimo segno di forza che suggerisce un rimbalzo nella sua serie di prezzi.

“Non vedremo nemmeno il minimo segno di forza fintanto che rimane scambiato al di sotto di 8.137 puntisebbene la resistenza chiave sia a 8.374 punti, i prezzi superano di circa il 6% i prezzi correnti”, spiega César Nuez, analista di “Bolsamanía” e capo di Trader Watch.

“Sotto, il supporto da guardare è nel 7.764 punti. Se dovessimo perderli, potremmo vedere un’estensione delle battute d’arresto a 7.600 punti”, aggiunge.

ALTRI MERCATI

L’euro viene scambiato a 1,0181 dollari (+0,39%). Il petrolio viene scambiato leggermente al rialzo. Il Brent è a $ 106,36 e il Texas occidentale a $ 102,76.

L’oro è leggermente sceso ($ 1.706) e l’argento è sceso dello 0,88% ($ 18,67).

Bitcoin è in rialzo dell’1% ($ 21.826) ed Ethereum è in rialzo del 3,6% ($ 1.519).

Il rendimento dell’obbligazione statunitense a 10 anni è del 2,973%.

Articolo precedenteIl motivo per cui i portali delle case sono più freschi degli interni delle case
Articolo successivoNelle immagini: Aldi apre Shop&Go olandese cashless