Home Economia L’euro rimbalza timidamente, ma il consenso ritiene che toccherà la parità con...

L’euro rimbalza timidamente, ma il consenso ritiene che toccherà la parità con il dollaro

87
0

Modesto rimbalzo per l’euro, dopo tre sessioni di ribassi che hanno fatto precipitare la moneta unica ai minimi da 20 anni rispetto al dollaro. Il minimo del 6 luglio è stato collocato a 1,0116 dollari, da dove sale a $ 1,0210, ma gli esperti indicano che la parità è già un fatto a questo livello di prezzo, perché non ci sono supporti rilevanti fino a circa $ 0,90. In termini generali, i tamburi della recessione in Europa mantengono gli investitori convinti che il cambio 1:1 sia servito per l’euro/dollaro.

Oltre al La vulnerabilità energetica dell’Europa continua a pesare sulla moneta unica“, afferma Jeffrey Halley, analista di Oanda, sulla possibilità che la Russia tagli le forniture di gas all’Europa. In questo contesto, la vendita della moneta unica è diventata una delle operazioni più popolari, mentre gli strateghi, da Nomura a HSBC, hanno detto ai loro clienti di aspettarsi più perdite, secondo “Bloomberg”. Lo shock economico renderebbe più difficile per la Banca Centrale Europea un inasprimento della sua politica e amplierebbe probabilmente il differenziale dei tassi di interesse con gli Stati Uniti.

Vedi anche:  I titoli asiatici affondano in un diffuso nervosismo

“L’analisi tecnica indica che da allora ha rotto una linea di supporto pluriennale a $ 1,0850 ad aprile, l’euro non ha più guardato indietro. Un Relative Strength Index (RSI) ipervenduto potrebbe consentire un rally più lungo, con una resistenza a 1,0300$ e una rottura di 1,0350$, seguita da 1,0600$. Il supporto è a $ 1,0160 e poi a $ 1,0000″, afferma Halley.

Come per altri cross, la forza del dollaro sembra inarrestabile e la sterlina è un’altra delle valute che la subisce con particolare virulenza. Il cable (sterlina/dollaro) è seguito sulla scia del calo dell’euro, poiché la politica britannica ha avuto scarso impatto sulla sterlina e sulle azioni britanniche. “La coppia è scesa dello 0,30% a $ 1,1925, salendo a $ 1,1950 in Asia. Il supporto immediato è a $ 1,1880 e $ 1,1800 e l’obiettivo a medio termine è 1,1400 La resistenza è a $ 1,2000 e $ 1,2200”, afferma l’esperto di Oanda.

Vedi anche:  L'oro supera il livello di 2.000 dollari l'oncia e accelera a causa della crisi in Ucraina

Halley si riferisce anche a dollaro/yen, che ha testato 135,00 yen durante la notte, ma l’aumento dei rendimenti statunitensi lo ha riportato a 135,90 yen, lasciandolo quasi invariato durante la notte. In Asia, è in calo dello 0,15% a 135,70 yen. “I mercati sembrano attendere per vedere se l’aumento dei rendimenti USA continua o si esaurisce, dettando la direzione della coppia”, valuta l’esperto. “Dollaro/yen ha resistenza a 136,65 e 138,00 yen e supporto a 134,25 e 132,00 yen.

Articolo precedenteEcco cosa succede se lasci la TV collegata quando vai in vacanza
Articolo successivoKospi della Corea del Sud guida i guadagni in Asia dopo i minuti di sbornia della Fed