Home Economia L’euro crolla dopo aver toccato i massimi di un mese contro il...

L’euro crolla dopo aver toccato i massimi di un mese contro il dollaro tra inflazione e guerra

79
0

L’euro perde terreno questo venerdì, dopo aver toccato il massimo di un mese contro il dollaro giovedì, sostenuti dalle speranze che la guerra in Ucraina potesse entrare in una nuova fase di de-escalation, mentre il calo dei prezzi del petrolio ha pesato sulle valute delle materie prime. La valuta comunitaria passa di mano a 1,1051 dollari, rispetto a 1,1185 raggiunto 24 ore fa, che rappresenta un Correzione dell’1%. prima che siano noti i dati sull’inflazione nell’eurozona e sui salari non agricoli negli Stati Uniti, che potrebbero influenzare le aspettative di rialzi dei tassi di interesse da parte della Banca centrale europea (BCE) e della Federal Reserve (Fed).

Nonostante i ribassi, la valuta “sta aspettando uno stimolo che la porti in primo luogo in area 1.1200, e 1.1270, come obiettivo massimo di questo ciclo rialzista in cui è entrata”, spiega Adrián Aquaro, fondatore di Trader Università. “Le valute europee, che sono state le più colpite dal conflitto, stanno cercando di recuperare posizioni con qualche difficoltà, anche se con maggiore fermezza rispetto alle settimane precedenti”, aggiunge Aquaro.

Vedi anche:  Wall Street chiude in rosso una nuova settimana dopo aver registrato il suo giorno più ribassista dell'anno

L’euro, in particolare, mette la terra nel mezzo con il minimo del 7 marzo a $ 1,0806 ed è vicino ai livelli visti prima dell’inizio del conflitto in Ucraina, quando veniva scambiato appena sopra il livello di $ 1,1300. “I partecipanti al mercato hanno abbassato il premio per il rischio relativo al conflitto in Ucraina in risposta a ulteriori progressi nei colloqui di pace tra Russia e Ucraina”, commentano gli analisti del MUFG. Un ottimismo che è evidente nel comportamento delle valute dei paesi emergenti questa settimana e il enorme recupero del rublo a livelli inferiori a 84,00 rubli per dollaro.

Allo stesso tempo, «il rimbalzo dell’euro è stato rafforzato nei giorni scorsi dalAspettative che la BCE sarà più attiva nell’inasprimento della sua politica monetaria in risposta ai rischi di inflazione al rialzo”, aggiunge MUFG. Tuttavia, è probabile che i guadagni della valuta comunitaria “rimarranno limitati fintanto che la BCE rimarrà cauta”, afferma Commerzbank.

Vedi anche:  Inflazione, rialzi dei tassi, PIL... il nuovo ciclo delle banche centrali

“Fino a il rischio di una crisi energetica non scompare e le considerevoli ricadute economiche della guerra in Ucraina, la BCE sarà probabilmente riluttante a prendere un chiaro impegno a combattere l’inflazione”, scrive in una nota l’analista FX di Commerzbank Antje Praefcke. “Pertanto, di conseguenza, ci vorrà anche del tempo prima che l’euro può apprezzarsi in modo sostenibile”.

Articolo precedenteCade e rabbia per bitcoin dopo che l’UE vieta le transazioni anonime con “cryptos”
Articolo successivoCredit Suisse scommette sull’attività bancaria spagnola: questi i suoi due valori preferiti