Home Economia L'”eliminazione del rischio” prende il sopravvento sul sentimento dell’investitore al dettaglio europeo...

L'”eliminazione del rischio” prende il sopravvento sul sentimento dell’investitore al dettaglio europeo a luglio

80
0

Spectrum Markets, la sede di negoziazione paneuropea di derivati ​​cartolarizzati, ha pubblicato i suoi dati sul sentiment SERIX per gli investitori al dettaglio europei per il mese di luglio, rivelando che gli investitori al dettaglio hanno preferito un approccio a rischio zeropoiché i dati riflettono un sentimento rialzista sull’oro e un sentimento ribassista sulle azioni.

Sentimento degli investitori al dettaglio in quasi tutti i principali indici azionari è diventato sempre più ribassista a luglio, in quanto il numero di coloro che hanno assunto un’esposizione ribassista a indici azionari o venduto le proprie partecipazioni lunghe è più numeroso degli investitori che hanno assunto un’esposizione lunga o venduto posizioni ribassiste. Tale andamento è riscontrabile in relazione ai sottostanti degli indici europei e statunitensi disponibili su Spectrum. Anche, il sentimento rialzista nei confronti dell’oro è continuato questo mese, poiché ha raggiunto 114 punti.

“Come dice la nota frase ‘vendi a maggio e vai’, ed è ciò che sembra riflettere il sentimento ribassista del SERIX di luglio nei confronti dei mercati azionari europei e statunitensi. Ciò potrebbe essere dovuto a due fattori: In primo luogo, alcuni investitori al dettaglio potrebbero aver colto i loro profitti dopo il rally che abbiamo visto a fine giugno. In secondo luogo, alcuni investitori potrebbero prevedere un ciclo di mercato che volge al termine”, ha affermato Michael Hall, Head of Distribution di Spectrum Markets.

Vedi anche:  Segno misto a Wall Street dopo una sessione di forti guadagni

“Il cambiamento di sentimento potrebbe anche riflettere il attuale incertezza geopolitica e monetaria, poiché le banche centrali hanno fatto ricorso a un’aggressiva stretta monetaria per uscire dall’elevata inflazione. Tuttavia, molte aziende continuano a registrare buoni guadagni trimestrali e la disoccupazione è relativamente bassa nel Regno Unito, in Europa e negli Stati Uniti”, aggiunge Hall.

“Con la stagione dei rapporti non ancora terminata e la Russia che continua la sua guerra in Ucraina, che sta esercitando ulteriore pressione sulle catene di approvvigionamento e aggravando la crisi energetica, non c’è da stupirsi che gli investitori al dettaglio si stiano rivolgendo ancora una volta al paradiso dell’oroche è salito a un sentimento SERIX di 114 a luglio, rispetto ai 108 del mese scorso”, afferma Michael Hall.

A luglio 2022, 114,2 milioni di derivati ​​cartolarizzati sono stati negoziati su Spectrum, con il 35,7% delle negoziazioni effettuate al di fuori dell’orario tradizionale (vale a dire tra le 17:30 e le 09:00 CET).

Vedi anche:  Il settore ferroviario europeo, a pieno regime verso i livelli pre-pandemici

L’88% dei derivati ​​scambiati erano su indici, 4,1% su materie prime, 6,6% su coppie di valute, 1% su azioni e 0,3% su criptovalute, essendo i tre principali mercati sottostanti Il DAX 40 (30,3%), l’S&P 500 (24,7 %) e il NASDAQ 100 (10,1%) sono stati scambiati.

Osservando i dati SERIX per i tre principali mercati sottostanti, il DAX 40 è sceso a 99 da 103 del mese scorso. Da parte sua, l’S&P 500 è sceso a 95 da 104 e il NASDAQ 100 ha subito un calo simile, passando da 100 neutrali a 97 ribassisti.

Articolo precedenteCade in bitcoin e ‘cryptos’ dopo le perdite miliardarie di Coinbase
Articolo successivoCome sarà il nuovo cellulare di Apple?