Home Economia Le vendite prevalgono a Wall Street nonostante l’ottimismo di Putin sull’Ucraina

Le vendite prevalgono a Wall Street nonostante l’ottimismo di Putin sull’Ucraina

85
0

Wall Street ha registrato vendite sensibili (Dow Jones: -0,69%; S&P 500: -1,30%; Nasdaq: -2,18%) e ha esteso il Chiusura leggermente ribassista di giovedì. L’elevata volatilità causata dal guerra ucraina ha fatto precipitare gli indici di New York in media di 2,8 punti nell’ultima settimana, con il nasdaq quella che è caduta di più: la tecnologia selettiva ha tagliato il 3,53% negli ultimi cinque giorni. Da parte sua, il S&P 500 è sceso del 2,88% nell’ultima settimana, ma è rimasto vicino ai 4.300 punti; Intanto lui dow jones è quella che ha ceduto di meno, 1,99% nel settimanale accumulato, nonostante abbia chiuso la quinta settimana consecutiva di tagli.

Come di consueto, la situazione continua ad essere segnata dall’estrema incertezza causata dal conflitto armato, che ha sorpreso tutti gli esperti. “L’azione di Putin è così irrazionale che va oltre quanto accaduto durante la Guerra Fredda“James Hershberg, professore alla George Washington University, ha commentato in un’intervista alla ‘BBC’.

“Non è chiaro quanto diventerà disperato Putin. Perché non ammetterà la sconfitta, il che sarebbe per lui una completa umiliazione, quindi è molto probabile che intensifichi la sua offensiva“, ha aggiunto questo esperto geopolitico. L’ultima ora è che la Russia ha raddoppiato il suo attacco contro le principali città (tranne Kiev), che sta provocando un catastrofe umanitaria a Mariupol.

Allo stesso tempo, i mercati azionari europei hanno aumentato significativamente i loro guadagni dopo Vladimir Putin ha commentato che ci sono stati “cambiamenti positivi” nei negoziati con l’Ucrainacome pubblicato dall’agenzia russa Interfax.

“Sull’andamento attuale dei negoziati con l’Ucraina che si svolgono quasi quotidianamente, come mi hanno detto i nostri negoziatori, alcuni cambiamenti positivi sono stati raggiunti lì“, ha detto Putin. È il prima volta che il leader russo ha tenuto una manifestazione pubblica che lascia intravedere una soluzione al conflitto bellico.

Vedi anche:  L'Ibex 35 affonda del 2,5% mentre i tamburi di guerra risuonano sull'Ucraina

Tuttavia, ciò non ha impedito ai paesi occidentali di continuare a promuovere sanzioni contro la Russia. Per tutto questo venerdì, sia il Unione Europea Come il stati Uniti hanno annunciato nuovi pacchetti di sanzioni, tra i quali spicca l’annuncio che ritirerà lo status di “nazione più favorita” dall’OMC al Paese presieduto da Putin. “La Russia non può violare gravemente il diritto internazionale e allo stesso tempo aspettarsi di beneficiare dei privilegi di far parte dell’ordine economico internazionale”, ha affermato la presidente della Commissione europea Ursula von der Leyen.

Allo stesso modo, Joe Biden, presidente degli Stati Uniti, lo ha avvertito “Se Putin attacca il territorio della Nato, ci sarà una terza guerra mondiale”. Il presidente Usa ha spiegato che l’alleanza atlantica non combatterà nella guerra in Ucraina, ma che “difenderemo ogni centimetro del territorio della Nato”.

Puoi consultare qui la trasmissione speciale in diretta di ‘Bolsamanía’ sulla guerra.

INFLAZIONE E RISERVA FEDERALE

In un altro ordine di cose, gli investitori continuano ad analizzare ciò che il Riserva Federale (Fed) mercoledì prossimo alla sua riunione di politica monetaria per contenere l’inflazione, che È già vicino all’8% negli Stati Uniti (massimo 40 anni).

“La maggiore incertezza e l’attuale impatto sui mercati finanziari a causa della guerra in Ucraina porterà la Fed ad iniziare il suo ciclo di inasprimento con un prudente aumento dei tassi di 25 punti base a marzo. Inoltre, la riduzione del bilancio dovrebbe iniziare a metà anno”, affermano da Oxford Economics.

Vedi anche:  Movimenti moderati e segno misto in Asia, con focus su Alibaba e RBA

Il consenso del mercato già prevede tra sette e otto rialzi dei tassi di interesse negli Stati Uniti nel corso del 2022, che aumenterebbe il prezzo del denaro fino al 2%rispetto all’attuale 0%.

“I MERCATI SONO AL LIMITE”

La Fed è molto dietro la curva e i mercati sono al limite. L’inflazione aumenterà prima di raggiungere il picco e scendere di nuovo. Riteniamo che l’attuale contesto di maggiore volatilità durerà per qualche tempo“afferma John Leiper, chief investment officer di Titan Asset Management.

“Se riesci a resistere alle drastiche oscillazioni dei prezzi, ti consigliamo comunque il esposizione ad attività reali in tutti i portafogli di investimento per proteggersi dall’inflazione. Ci piace ancora il Azioni di materie prime e azioni che pagano dividendiall’interno di un portafoglio diversificato di più asset class”, aggiunge questo esperto.

A livello aziendale, il produttore di auto elettriche Riviano ha registrato forti perdite (-7,56%) dopo non aver soddisfatto le previsioni di consenso con i suoi risultati.

Continua invece l’esodo delle aziende americane dalla Russia: dalle banche Goldman Sachs e JP Morgan fino a quando Walt Disney, attraverso il colosso automobilistico Stellantis. Ad esse si aggiungono altre partenze avvenute in questi giorni come quelle di Coca-Cola, Starbucks o McDonald’s.

ALTRI MERCATI

petrolio del Texas occidentale è avanzato del 3,28% ($ 109,50), mentre il botte brent ha vinto 3,05% (112,68).

Da parte sua, il Euro si è deprezzato dello 0,65% ($ 1,0911), mentre il oncia d’oro è in calo dello 0,52% ($ 1.989).

Inoltre, il rendimento del prestito obbligazionario statunitense a 10 anni è sceso all’1,999%; e il bitcoin Il 2,01% ($ 38.720) è stato lasciato.

Articolo precedenteScelte d’angolo: migliori scommesse, quote, pronostici per Manchester United-Tottenham, Arsenal-Leicester e altro ancora
Articolo successivoNotizie sul trasferimento del Liverpool: le trattative per il contratto di Mohamed Salah rimangono in stallo, la stella non accetterà l’offerta attuale