Home Economia Le scommesse di JP Morgan: titoli ‘value’, Cina nei mercati emergenti e...

Le scommesse di JP Morgan: titoli ‘value’, Cina nei mercati emergenti e Regno Unito nei paesi sviluppati

115
0

JP Morgan ha rivisto la sua strategia azionaria, evidenziandolo il suo punto di vista principale continua ad essere il ‘sovrappeso’ dei titoli ‘value’ (‘value’) contro la ‘growth’ (‘growth’)con l’obiettivo di ampliare del 23% gli utili accumulati negli ultimi sei mesi.

Inoltre, la banca statunitense include alla Cina tra le sue scommesse sui mercati emergenti – “abbiamo recentemente aggiunto l’esposizione diretta alla Cina” – dopo essere stati prudenti con questi mercati e con il colosso asiatico durante lo scorso anno; mentre Il Regno Unito √® il suo principale mercato “sovrappeso” tra i paesi sviluppati.

La maggioranza ritiene che il consumo sia ‘nell’occhio dell’uragano’, danneggiato dalla drastica riduzione del potere d’acquisto. Tuttavia, JP Morgan lo crede il declino di questo settore pu√≤ essere evitato, a meno che i mercati del lavoro non inizino a deteriorarsi in modo significativo.

Vedi anche:  Bitcoin rende 45.000 e punta a ulteriori cali tra i verbali della Fed e l'incertezza globale

D’altra parte, al di l√† delle prospettive del mercato del lavoro, la chiave del comportamento dei consumatori √® come si svilupper√† il divario tra inflazione CPI e salari. “Finora, l’inflazione principale √® aumentata in modo molto pi√Ļ aggressivo dei salari, ma queste variabili potrebbero incrociarsi di nuovo, in modo pi√Ļ favorevole. √ą probabile che l’inflazione complessiva raggiunga il picco ora e i salari potrebbero continuare a salire”.

Se questo scenario vale, i consumatori sarebbero molto pi√Ļ favoriti rispetto a oggi. Finora, i dati di JP Morgan sulla spesa con carta di credito non mostrano molto deterioramento, ma piuttosto passaggio dai beni ai servizi.

I prodotti di consumo ciclici come automobili, compagnie aeree e vendita al dettaglio hanno registrato scarsi risultati dall’inizio del conflitto in Ucraina, con molta negativit√† gi√† scontata.

Vedi anche:  Lloyds guadagna il 27% in meno nel primo tempo, ma entra di pi√Ļ e sale in borsa

IL PESSIMISMO √ą STATO ECCEZIONALE

Marko Kolanovic, uno stratega di JP Morgan, insieme a David J. Kostin di Goldman Sachs, ha dichiarato la scorsa settimana che I timori degli investitori di un’imminente recessione negli Stati Uniti sono esagerati. Secondo Kolanovic, questo lascia spazio a una ripresa delle azioni nel corso dell’anno.

Secondo “Bloomberg”, Kolanovic ha sottolineato in un’intervista che le cose andranno meglio per le azioni statunitensi e quello non aspettatevi una recessione quest’anno per “un certo aumento dell’attivit√† dei consumatori in estate dovuto alla riapertura e all’aumento delle misure monetarie e fiscali in Cina”.

Queste opinioni sulla recessione sono supportate da altri esperti, come Kate Moore, di BlackRock, e Michael Wilson, di Morgan Stanley, aggiunge “Bloomberg”.

Articolo precedenteRimbalzo su Wall Street: l’S&P 500 si allontana dal supporto di 3.800 punti
Articolo successivoIl prezzo del bitcoin, un passo avanti, un passo indietro e scende sono limitati