Home Salute Le persone ricoverate in ospedale con omicron hanno la stessa gravità di...

Le persone ricoverate in ospedale con omicron hanno la stessa gravità di quelle con diagnosi di delta

47
0

Pazienti ricoverati con varianti omicron o delta di COVID-19 richiedono livelli simili di supporto respiratorio e terapia intensiva, secondo un nuovo studio della Johns Hopkins (Stati Uniti).

È opinione comune che la variante omicron sia meno grave delle varianti precedenti. Volevamo metterlo alla prova e vedere se i risultati clinici e la carica virale differivano davvero tra le infezioni delta e ommicron”, ha affermato Heba Mostafa, autrice principale dello studio, che è stato pubblicato sulla rivista scientifica eBioMedicine.

Il gruppo di ricerca ha raccolto campioni clinici di oltre 2.000 pazienti risultati positivi al SARS-CoV-2, e quindi determinato con quale variante era stato infettato ogni paziente. Successivamente, hanno misurato la carica virale, ovvero la quantità di virus presente nel corpo di ciascun paziente. Infine, hanno ottenuto il risultato clinico di ciascun paziente per il confronto.

Vedi anche:  "Non supererai l'ansia senza controllare la respirazione, anche se fai terapia o prendi pillole"

Lo studio lo ha trovato i pazienti omcron avevano meno probabilità di richiedere il ricovero in ospedale rispetto ai pazienti con delta, indipendentemente dallo stato vaccinale. Solo il 3% dei pazienti con omicron è stato ricoverato in ospedale, rispetto al 13,8% dei pazienti delta.

Lo studio ha scoperto anche questo i pazienti di omcron che hanno richiesto il ricovero hanno mostrato un bisogno simile di ossigeno supplementare e terapia intensiva rispetto ai pazienti delta ospedalizzati.

Per i pazienti omicron ricoverati in ospedale, Il 67,6% ha richiesto ossigeno supplementare e il 17,6% è stato portato all’unità di terapia intensiva (ICU). Allo stesso modo, il 73% dei pazienti delta ospedalizzati ha richiesto ossigeno supplementare e il 25,4% ha richiesto cure in terapia intensiva.

Lo studio non ha riscontrato differenze significative nella carica virale tra pazienti omcron e delta, indipendentemente dallo stato vaccinale.

Vedi anche:  I ricercatori rivelano come rilevare il covid prima di fare un test

Mostafa afferma che la ricerca mostra che è imperativo che le persone prendano sul serio l’omicron e le possibili varianti future: “È vero che i pazienti con omicron avevano una probabilità significativamente inferiore di essere ricoverati in ospedale rispetto ai pazienti con delta.. Ma i pazienti con omicron che hanno richiesto il ricovero hanno affrontato un rischio paragonabile di malattia grave a quelli ricoverati in ospedale con delta. Per molte persone, non è affatto un’infezione lieve”.

I dati utilizzati nello studio sono stati prelevati da pazienti risultati positivi al SARS-CoV-2 tra l’ultima settimana di novembre 2021 e la fine di dicembre 2021. Entro la fine di questo periodo, omicron aveva sostituito il delta come variante dominante, costituendo il 95% dei lignaggi del virus.

Articolo precedenteIl Nasdaq guida le vendite a Wall Street in attesa di Alphabet e Microsoft
Articolo successivoBruxelles avverte Musk: Twitter deve “adattarsi” alle normative comunitarie