Home Economia Le otto azioni con il maggior potenziale nelle infrastrutture per l’energia verde

Le otto azioni con il maggior potenziale nelle infrastrutture per l’energia verde

347
0

Negli ultimi anni, i mercati finanziari si sono concentrati produzione di energia pulita e il suo consumo. Lo sviluppo di parchi eolici e fotovoltaici spicca rispetto all’ottenimento di energia elettrica utilizzando combustibili fossili. Allo stesso modo, i veicoli elettrici stanno guadagnando terreno, mentre l’idrogeno industriale inizia a svolgere un ruolo importante nel settore. Ora, gli analisti della Bank of America concentrano la loro opinione il promettente business delle infrastrutture per l’energia pulita.

“Le infrastrutture per l’energia pulita, compresi i trasporti e lo stoccaggio di energia, hanno esigenze di investimento simili a quelle delle energie rinnovabili, offrono un rendimento equivalente o superiore e, forse, un minor rischio dovuto alla sua natura in gran parte regolata dai monopoli”, esordisce il rapporto dell’ente statunitense.

Infatti oggi le materie prime con cui produrre energia vengono trasportate da treni, camion e navi cariche di carbone, gas e petrolio. Questo sarà deprecato con la modifica a mondo netto zero, che porterà a una massiccia elettrificazione e idrogenazione. “In un mondo a rete zero ci saranno molti modi diversi di trasportare energia (tra cui biocarburanti, uranio, ecc.), ma riteniamo che solo due siano attualmente in grado di distribuire e immagazzinare energia su vasta scala globale: reti elettriche e condutture dell’idrogeno (compresi equivalenti simili all’idrogeno dell’idrogeno come l’ammoniaca)”, essi presa.

Gli esperti si sono concentrati sull’elettricità. Entro il 2050, la sua quota di mercato dovrebbe aumentare dal 20% al 50%, secondo il Agenzia Internazionale dell’Energia (IEA), quindi gli esperti della Bank of America stimano che ci vorrà 50 miliardi di dollari per adattare la rete a questo aumento della domanda. Si prevede che il 18% dell’investimento sarà utilizzato per aggiungere più capacità a questisostituendo le vecchie apparecchiature e aumentando la resilienza, data la maggiore dipendenza quotidiana dal sistema.

“Sistemi di distribuzione elettrica sono simili alle reti di trasporto pubblico contatori nella misura in cui sono progettati per soddisfare i picchi di utilizzo; durante i periodi non di punta (3:00 in estate) i tassi di utilizzo possono essere molto bassi, mentre nei periodi di punta (19:00 in inverno) il sistema può essere molto vicino alla capacità”, spiegano. questo rinnovamento offre un opportunità per le tecnologie delle reti intelligenti, come lo spostamento del carico su richiesta, che può spremere più capacità dall’infrastruttura esistente con un investimento di capitale aggiuntivo minimo.

In questo contesto, ci sono otto azioni che possono essere buone opportunità di investimento per guadagnare denaro con infrastrutture per l’energia verde.

IBERDROLA

Il primo è Iberdrola. L’azienda spagnola beneficia, secondo il rapporto BofA, di un’opportunità di investimento unica nel suo genere nelle rinnovabili e nelle reti elettriche, con un capex del gruppo nel decennio 2021-2030 di quasi 3 volte quello del precedente. Ciò fornirà rendimenti interessanti, con spread IRR-WACC (Internal Rate of Return-Weighted Average Cost of Capital) di 100 punti base nelle energie rinnovabili e potenzialmente doppi o tripli nelle reti.

Vedi anche:  L'emorragia di bitcoin apre le porte a ribassi verso i minimi annuali, a 33.000 dollari

Il titolo ha un orientamento complessivamente positivo verso l’inflazione e riteniamo che i timori sui tassi siano più che scontati e compensati da revisioni al rialzo degli utili il prossimo anno”, affermano questi analisti. In effetti, sostengono che è anche in una posizione migliore per resistere ai rischi del settore relativi alla rottura della copertura e all’intervento del governo .

Difendono quell’Iberdrola è sottovalutato secondo i suoi standard storici, poiché scambia a 13 volte il suo rapporto prezzo/utili, circa 2-3 volte al di sotto della media del settore.

Pertanto, si raccomanda il Acquista dei loro titoli e luoghi loro etichetta del prezzo nel 13,65 €.

TERNA

Per gli analisti dell’entità americana, Terna propone una rivalutazione strutturale a causa di un capex stimato nel 2025 che triplicherà la media dal 2000 al 2020 per preparare la rete elettrica alla transizione; credenziali ESG forti e sottovalutate; certezza normativa con le proposte normative definitive per il 2022-24 ratificate a dicembre; e una leva inflazionistica positiva illimitata.

La raccomandazione è anche ‘Acquista’ e il etichetta del prezzo per questo titolo è 8,50€superiore del 10% rispetto al consenso, ma con uno spread IRR-WACC di lungo termine inferiore, circa 75 punti base, rispetto alle rinnovabili, con 100 punti base.

ENDESA

Per quanto riguarda Endesa, un’altra delle azioni che spiccano, piazza la sua prezzo indicativo a 24,40 euro. Tra i rischi al rialzo per questo calcolo, ci sono le possibili modifiche normative in Spagna, la volatilità dei fattori di carico idro/eolico e prezzi dell’energia all’ingrosso che potrebbero incidere sulla redditività, sul flusso di notizie su possibili acquisizioni e sull’utilizzo della liquidità, ad esempio l’annuncio di un dividendo straordinario, la volatilità dei prezzi delle materie prime.

Al contrario, tra rischi al ribasso evidenziano la volatilità dei fattori di carico idro-eolico e il deterioramento dei prezzi all’ingrosso dell’energia; il flusso di notizie su possibili acquisizioni e il uso di contanti, che può ridurre il capitale disponibile per la remunerazione degli azionisti; e potenziali modifiche normative sfavorevoli in Spagna (o Portogallo) possono anche esercitare pressioni su utili e azioni, nonché incertezze politiche derivanti dall’attuale contesto politico.

RETE ELETTRICA

Da Bank of America guardano anche Rete elettricacon un prezzo obiettivo di 17,40€. “Noi apprezziamo l’attività di trasmissione in Spagna utilizzando un flusso di cassa scontato, sulla base di un WACC del 4,9%; e il trasporto all’estero, le telecomunicazioni e altre attività a un multiplo EV/EBITDA di 8 volte, sulla base di comparabili quotati, e Reintel a 11 volte, tenendo conto della recente valutazione della vendita della partecipazione.

Vedi anche:  La correzione dell'alfabeto: lo stesso overselling settimanale di ottobre 2020

Tra i rischi al ribasso L’esecuzione dei progetti di investimento previsti, le modifiche al portafoglio delle infrastrutture di trasmissione/stoccaggio dell’energia elettrica in Spagna, il rischio paese nei progetti internazionali, il flusso di notizie su possibili acquisizioni e utilizzo di cassa, i possibili cambiamenti normativi e rischi operativi che influiscono sulla redditività.

Il rischi al rialzo sono un piano di capex rivisto al rialzo e risultati migliori del previsto in termini di efficienza e investimenti internazionali.

IN

Di A, Affermano che il loro prezzo target è nel 8 euro per azione, sebbene i rischi al ribasso di questa stima siano un significativo deterioramento dei risultati finanziari di una delle controllate di Enel, un calo molto significativo dei prezzi del gas e dell’elettricità, nonché forti cali dei prezzi dell’energia.

EDP

Il prezzo obiettivo per EDP ​​è di 7,55 euro per azione. Tra i rischi, la volatilità dei load factor idro-eolico e dei prezzi dell’energia elettrica, l’intervento politico, le tasse straordinarie e il taglio delle tariffe regolatorie, i rischi di esecuzione di progetti di energia rinnovabile in fase di sviluppo, il peggioramento del contesto creditizio che incide sulla liquidità e il costo della debito, e le importanti oscillazioni del tasso di cambio, in particolare del real brasiliano.

GRIGLIA NAZIONALE

griglia nazionale è un’altra delle aziende che possono beneficiare delle nuove infrastrutture per l’energia pulita. Stimano che il loro il prezzo obiettivo è di 1.145 pence. I rischi al ribasso per lo stesso sono un cambiamento avverso nell’ambiente normativo o politico con conseguente redditività, reddito o potenziale di crescita inferiori alle attese; anche l’aumento dei costi del debito o le difficoltà di accesso al capitale potrebbero incidere sui rendimenti effettivi e sul potenziale di crescita; l’esposizione valutaria al dollaro USA è mitigata attraverso il debito e gli swap denominati in dollari; i rischi positivi sono un esito favorevole della revisione normativa; ottenendo rendimenti superiori a quelli previsti dalla normativa e, di conseguenza, una maggiore crescita dei dividendi.

SSE

Per ultimo, SSE ha un obiettivo di prezzo di 1.840 pence. I rischi al ribasso per i calcoli di Bank of America sono un deterioramento permanente della redditività della generazione dovuto ai bassi prezzi dell’energia, ai cambiamenti politici, alla rimozione dei sussidi per le energie rinnovabili ea un cambiamento avverso nell’ambiente.Le normative del Regno Unito. I rischi al rialzo includono una macroeconomia favorevole alle materie prime e la riuscita esecuzione di ulteriori opportunità di investimento, come l’eolico offshore.

Articolo precedenteL’Aston Villa è su un percorso ambizioso, ma il pareggio del Leeds mostra quanto lontano devono andare
Articolo successivoL’IPC statunitense innesca la volatilità delle criptovalute e il prezzo del bitcoin raggiunge nuovamente quota 45.000