Home Economia Le cinque notizie più importanti della giornata per gli investitori spagnoli

Le cinque notizie più importanti della giornata per gli investitori spagnoli

60
0

Di seguito, presentiamo le cinque novità più importanti di questo giovedì 26 maggio sui mercati.

Aedas Homes guadagna il 9% in più nell’ultimo anno fiscale ed entra a 766 milioni. Aedas Homes raggiunge un utile di 93 milioni di euro nell’ultimo anno fiscale 2021/2022 (da aprile a marzo), il 9% in più rispetto all’anno precedente, e raggiunge 766 milioni di ricavi, il 14% in più. Il promotore sottolinea di aver raggiunto gli obiettivi finanziari e operativi indicati nel proprio Piano Industriale.

eDreams riduce le sue perdite a 65,9 milioni nell’anno fiscale 2022 e attiva entrate. L’agenzia di viaggi online eDreams Odigeo ha registrato una perdita netta di 65,9 milioni di euro nell’ultimo esercizio, chiuso il 31 marzo, rispetto al risultato negativo di 124,2 milioni di euro dello stesso periodo dell’anno precedente.

Caricamenti per Twitter dopo che Musk ha aumentato il suo impegno nell’OPA a 33,5 miliardi. Un nuovo rapporto ha rivelato mercoledì che Elon Musk prevede di investire 33,5 miliardi di dollari nella sua offerta per rilevare Twitter.

Vedi anche:  L'utile di Wells Fargo crolla: guadagna quasi il 50% in meno nel secondo trimestre

JP Morgan approvazione del prezzo del bitcoin: rialzo del 28% e privilegiato “asset alternativo”. Il mercato degli asset digitali è ancora riluttante a vedere movimenti significativi nel prezzo di bitcoin (BTC) o “altcoin”, poiché gli investitori aspettano che qualche catalizzatore significativo stampi qualche azione negli asset digitali. In questa impasse non mancano gli analisti che affermano che la criptovaluta è pronta a superare i 30.000 dollari. Gli ultimi a lanciare una scommessa rialzista sul prezzo del bitcoin sono gli analisti di JP Morgan. L’obiettivo della banca d’investimento globale per la criptovaluta è del 28% al di sopra del suo tasso di cambio attuale (trading di circa $ 30.000). JPMorgan ha anche sostituito il settore immobiliare con le criptovalute come sua “classe di attività alternativa preferita insieme agli hedge fund”.

Vedi anche:  BME ammette il programma Euro Commercial Paper di REE per il trading

Antonio Delgado (Aleasoft): “Ci vorrà tempo per recuperare i prezzi dell’energia elettrica come quelli del 2019”. Lo scorso marzo il prezzo medio dell’energia elettrica nel mercato all’ingrosso ha raggiunto i 283,30 euro al megawattora (€/MWh), 543,46 in più rispetto a quanto pagato nello stesso mese del 2021 (44,45 €/MWh). L’8 marzo è stato registrato il prezzo medio più alto del periodo, con una media di 544,98 euro/MWh e un picco fino a 700 euro. È stato il mese in cui abbiamo pagato di più la bolletta dell’elettricità da quando sono iniziate le registrazioni. La situazione è leggermente migliorata ad aprile, scendendo del 33% rispetto a marzo ad un prezzo medio di 191,52€/MWh, il più basso da settembre 2021 (156,15€/MWh)… ma anche più del triplo di quanto pagato nello stesso mese del 2021 (59,36€/MWh) e quasi il doppio del prezzo medio dello scorso anno (111,4€/MWh).

Articolo precedenteCome ottenere il miglior mutuo per acquistare la tua casa?
Articolo successivoGli analisti restano cauti all’Aena di fronte a un possibile aumento delle previsioni