Home Economia Le cinque notizie più importanti della giornata per gli investitori spagnoli

Le cinque notizie più importanti della giornata per gli investitori spagnoli

106
0

Di seguito presentiamo le cinque novità più importanti di questo venerdì, 15 luglio, sui mercati.

Le dimissioni di Draghi aggiungono dramma all’euro, che estende i suoi minimi sotto la parità. Come se non ci fosse abbastanza dramma nella zona euro tra inflazione, crisi energetica e guerra in Ucraina, paura della recessione e divergenza di politica monetaria tra la Banca centrale europea (Bce) e la Federal Reserve statunitense (Fed). La crisi politica scatenata in Italia si aggiunge alla tempesta perfetta che imperversa sui paesi dell’euro e le dimissioni di Mario Draghi da Presidente del Consiglio sono state troppo per un euro che questa settimana ha toccato la parità e ha rotto nettamente il cambio 1:1 14 luglio. Il paradosso non si perde nel fatto che lo stesso uomo che ha salvato l’eurozona con il suo “qualunque cosa serva” durante la crisi del credito del 2012, abbia inchiodato l’ennesimo chiodo nella bara della moneta comunitaria.

Vedi anche:  I costi più elevati riducono i profitti di Spadel

L’economia cinese cresce solo dello 0,4% nel secondo trimestre e non soddisfa le aspettative. La crescita del PIL cinese nel secondo trimestre è stata dello 0,4% rispetto all’anno precedente, contro l’1% previsto dal consenso del mercato, mancando le aspettative mentre l’economia fatica a scrollarsi di dosso l’impatto dei controlli del Covid.

Bitcoin consolida a 20.000 ma protagonista è MATIC (Polygon) per impulso della Disney. Il mercato delle criptovalute è relativamente calmo dopo il calo di mercoledì causato dai dati sull’inflazione statunitense, che ha finito per passare come un urto per il momento. Bitcoin resiste a 20.000$ ed Ethereum mantiene la barriera di 1.100$. Entrambe le criptovalute si muovono in un intervallo ristretto, mentre il token MATIC, dalla rete Polygon, ruba tutto il risalto dopo il riconoscimento della Disney.

Vedi anche:  In teoria, nell'area dei 18 euro, Solaria torna a dare segnale di acquisto

Aedas entra a quota 103 milioni nel primo trimestre fiscale con l’89% delle case vendute. Aedas Homes ha chiuso il primo trimestre del suo anno fiscale (da aprile a giugno 2022) con ricavi per 103 milioni di euro, il 4% in meno rispetto al fatturato di un anno fa. La società prevede di chiudere l’anno con un fatturato di 900 milioni di euro rispetto ai 766 milioni raggiunti l’anno precedente.

Yellen avverte che la riduzione dell’inflazione americana “inaccettabilmente alta” è la “priorità”. Il segretario al Tesoro statunitense Janet Yellen ha avvertito che l’inflazione statunitense è “inaccettabilmente alta” e ha affermato che il contenimento degli aumenti dei prezzi sarà la “priorità assoluta” di Washington.

Articolo precedenteOms e Unicef ​​avvertono del più grande calo dei vaccini infantili in 30 anni
Articolo successivoIberdrola farà un’offerta per l’australiano CWP Renewables, del valore di 2.400 milioni