Home Economia Le cinque notizie più importanti della giornata per gli investitori spagnoli

Le cinque notizie più importanti della giornata per gli investitori spagnoli

94
0

Di seguito presentiamo le cinque novità più importanti di questo lunedì, 6 giugno, sui mercati.

Sacyr vende il 2,9% di Repsol e lascia interamente il suo capitale. Sacyr ha ceduto tutte le azioni Repsol rimaste in suo possesso dall’ultima comunicazione alla National Securities Market Commission (2,9% del capitale).

Ferrovial acquista la partecipazione di Carlyle nel consorzio JFK Airport Terminal 1. Ferrovial, attraverso la sua divisione Airports, e The Carlyle Global Infrastructure Fund hanno raggiunto un accordo per la prima per acquisire il 96% della società attraverso la quale Carlyle possiede il 51% della concessionaria designata per progettare, costruire e gestire fino all’anno 2060 il nuovo Terminal 1 dell’Aeroporto Internazionale JFK di New York (che comprende i vecchi Terminal 1, 2 e 3 di questo aeroporto).

Gli Stati Uniti riaffermano la loro intenzione di revocare alcuni dazi sulla Cina. Il segretario al Commercio degli Stati Uniti, Gina Raimondo, ha dichiarato domenica che il presidente Joe Biden ha chiesto al suo team di esaminare la revoca di alcune tariffe sulla Cina che l’ex presidente Donald Trump ha imposto per combattere l’attuale alta inflazione.

Vedi anche:  A Sabadell arriva il momento della verità: i livelli pre-pandemici e gli alti livelli del 2019

Gli Stati Uniti permetteranno a Eni e Repsol di inviare petrolio dal Venezuela all’Europa. La compagnia petrolifera italiana Eni e Repsol potrebbero iniziare a spedire petrolio venezuelano in Europa già dal prossimo mese per compensare il greggio russo, riferisce “Reuters” citando cinque persone che hanno familiarità con la questione. In questo modo, gli scambi petrolio contro debito interrotti due anni fa quando Washington avrebbe intensificato le sanzioni contro il Venezuela sarebbero riprese.

Il prezzo del bitcoin fa registrare la prima candela verde in 10 settimane, ma attenzione a ulteriori ribassi. Il prezzo del bitcoin è riuscito a chiudere una settimana volatile in verde questa domenica, con un guadagno di circa il 2%, che ha rotto una serie di perdite consecutive di nove candele rosse settimanali consecutive. L’asset digitale per eccellenza è tornato sopra i 30.000 dollari, scendendo a 31.200 dollari al momento della scrittura (+5% in 24 ore), con una capitalizzazione totale di quasi 600 miliardi di dollari. Anche il resto del mercato si sta muovendo al rialzo, con Ethereum quasi a $ 1.900 e verde per la maggior parte dei token. La capitalizzazione totale ammonta a 1,28 miliardi di dollari.

Vedi anche:  Solaria è un continuo che voglio e non posso: il supporto di 15,50 euro è fondamentale

Articolo precedenteL’uscita di Sacyr dalla partecipazione di Repsol “era prevista e ha scarso impatto”
Articolo successivoQuanto costa il look che Georgina Rodríguez ha indossato a Ibiza?