Home Economia Le azioni cinesi scendono ai minimi da più mesi e guidano il...

Le azioni cinesi scendono ai minimi da più mesi e guidano il crollo in Asia

82
0

Forti cadute nei principali parchi del continente asiatico questo giovedì, con il gli investitori si lasciano trasportare da un sentimento di avversione al rischio dopo la decisione di politica monetaria della Federal Reserve statunitense (Fed), che segnala il primo rialzo dei tassi in tre anni per marzo-

Gli indici azionari cinesi hanno chiuso ai minimi da diversi mesi a causa di un’ondata di vendite nei mercati di questa regione, con pesanti perdite tra le società di software, macchine edili ed elettronica.

L’indice Shanghai Composite è sceso dell’1,8% a 3.394,25 punti, la chiusura più bassa da luglio. Lo Shenzhen Composite Index ha perso il 2,9% e il ChiNext Price Index è sceso del 3,3%, i livelli di chiusura più bassi da oltre otto mesi. L’indice azionario giapponese Nikkei è sceso del 3,1% e ha chiuso a 26.170,3 punti dopo i segnali della Fed di una stretta aggressiva.

Vedi anche:  Endesa, Iberdrola, Naturgy, Acciona e Solaria volano nello Ibex 35

In Corea del Sud, il benchmark Kospi è sceso del 3,5% a 2.614,49 punti. A Hong Kong, l’indice Hang Seng e l’indice Hang Seng Tech incentrato sulla tecnologia sono scesi rispettivamente dell’1,99% a 23.807 e del 3,81% a 5.383,63.

In Australia, l’ASX 200 ha ripercorso i primi guadagni e ha chiuso in ribasso dell’1,77% a 6.838,30 punti.

Anche i mercati del sud e del sud-est asiatico sono scesi, con l’indiano Nifty 50 in calo dell’1,19% nel trading pomeridiano, lo Straits Times di Singapore in calo dello 0,44%, ma l’indonesiano Jakarta Composite ha cancellato le perdite ed è avanzato dello 0,16%.

L’indice MSCI Asia Giappone escluso è sceso del 2,14%.

Articolo precedenteLa Fed ferma il rimbalzo del bitcoin ma le criptovalute evitano un altro spargimento di sangue
Articolo successivoAnalisi video di Técnicas Reunidas: piccolo doppio pavimento sopra i 9 euro