Home Salute Lavare o non lavare il pollo crudo?: riaffiora la polemica su cosa...

Lavare o non lavare il pollo crudo?: riaffiora la polemica su cosa fare prima di cuocerlo

137
0

Lavare o non lavare pollo crudo? Una delle domande più ripetute in cucina perché per inerzia si tende a lavare qualsiasi alimento prima di cucinarlo. Il Centro per il controllo e la prevenzione delle malattie (CDC) Ha lanciato un avvertimento che non ha lasciato nessuno indifferente per le polemiche che comporta. Il il pollo è un alimento versatile che può tirarci fuori dai guai se abbiamo fretta e vogliamo qualcosa di leggero e salutare da digerire.

Secondo questo organismo statunitense, la risposta a questa domanda è definitiva e non si torna indietro: non devi lavare il pollo perché corriamo il rischio di diffondere i batteri a utensili e altri alimenti intorno alla nostra area di lavoro. Lo hanno spiegato due esperti della Società spagnola di malattie infettive e microbiologia tra il 40 e il 60% dei polli è infetto da batterio campylobacter, che dà origine a diarrea più o meno grave.

Vedi anche:  Il governo rafforza la prevenzione della violenza sessuale con i Punts Liles

L’agenzia consiglia mettere il pollo crudo in un sacchetto usa e getta prima di riporlo in frigorifero, lavarsi bene le mani con il sapone dopo averlo maneggiato, utilizzare un tagliere e un pelapatate che non venga utilizzato per altri alimenti e, soprattutto, non posizionare cibi cotti o prodotti freschi attorno allo stesso ripiano del frigorifero.

Avvelenamento da pollo crudo

Una delle raccomandazioni fornite dagli esperti di microbiologia è quella di cucinare correttamente il pollo per evitare intossicazioni alimentari. In Europa, si verificano in giro 40.000 casi di avvelenamento di questo tipo, 3.300 ricoveri e quasi 20 decessi.

Come evitare di ubriacarsi? qui si parte alcune chiavi spiegato dall’Organizzazione dei consumatori e degli utenti (OCU):

  • La carne di pollo dovrebbe essere l’ultima cosa acquistata prima di lasciare il negozio

  • Trasportare il pollo in una borsa termica per evitare di rompere la catena del freddo

  • Se la carne di pollo non viene consumata entro 24-36 ore, è meglio congelarla

  • Evitare che la carne di pollo entri in contatto con altri alimenti e riporla nella parte più fredda del frigorifero

  • Cuocete bene il pollo per assicurarvi che i batteri vengano distrutti

  • La carne cotta avanzata può essere conservata in frigorifero per un massimo di 2 giorni, ma quando la mangerete assicuratevi di scaldarla bene.

Articolo precedenteWall Street prevede un leggero rimbalzo dopo il crollo di fronte a una Fed ancora più aggressiva
Articolo successivoFunzionalità degli assistenti vocali che devi disattivare per proteggere la tua privacy