Home Sport L’Aston Villa della leggenda del Liverpool Steven Gerrard può consegnare il titolo...

L’Aston Villa della leggenda del Liverpool Steven Gerrard può consegnare il titolo alla sua vecchia squadra e giocare spoiler contro Man City?

78
0

Come uno dei fan residenti dell’Aston Villa alla CBS Sports, ho sentito che era mio dovere guardare gli uomini di Steven Gerrard prima delle loro ultime due partite della stagione della Premier League. Dopotutto, si è fatto molto del fatto che i Villans non solo potrebbero dare una mano all’ex club del loro manager, il Liverpool, nella loro spinta per il titolo, ma anche peggiorare le cose per gli acerrimi rivali dei Reds, l’Everton, nella lotta per la retrocessione.

La Villa ospiterà il Burnley giovedì nell’ultima partita casalinga della campagna prima di recarsi al Manchester City domenica per chiudere la stagione 2021-22 e non si può negare che i risultati positivi in ​​uno o entrambi gli incontri potrebbero influenzare l’andamento di questo periodo. È probabile che ciò accada, però?

Per quanto il pensiero che Gerrard abbia un ruolo in un titolo della Premier League del Liverpool, nonostante ora sia un allenatore, riempirebbe un vuoto narrativo lasciato dai suoi giorni di gioco, l’idea che sarebbe un fattore motivante per i giocatori di Villa è risibile. Non è nemmeno particolarmente importante per lo stesso Gerrard. L’allenatore di Villa è già nel mirino del suo ex club come potenziale futuro incarico manageriale e non ha bisogno di ingraziarsi ulteriormente dato il suo status leggendario ad Anfield.

C’è anche abbastanza per cui Villa possa giocare per i suoi meriti. Sei punti, al momento, possono ancora portare la squadra del Birmingham nella prima metà della classifica della massima serie, il che significherebbe la conclusione positiva di una stagione mista che ha promesso molto ma alla fine ha prodotto poco, sicuramente in termini di ambizioni iniziali di qualificazione europea. Poi c’è l’idea di privare l’ex talismano Jack Grealish dell’immediato successo del titolo di Premier League a Manchester, anche se per quanto possa portare un sorriso a più di alcune facce intorno a Villa Park, non sarà un serio fattore motivante in questi due incontri finali. Figure cruciali come Gerrard e le nuove acquisizioni Philippe Coutinho e Lucas Digne non sono arrivate fino a quando il precedente talismano di Villa non stava già esercitando il suo mestiere a Manchester.

Vedi anche:  Erling Haaland notizie di trasferimento, indiscrezioni: Manchester City e Real Madrid in testa alla corsa

Quindi, le storie sono belle, ma sono le più banali che contano. Villa sono due partite senza vittorie ma ancora alla portata di una posizione finale positiva che indicherebbe progressi compiuti nonostante il passaggio tra Dean Smith e Gerrard a metà stagione. Non ci sono dubbi sul fatto che i Villans possano gestire la squadra che occupa i posti nella metà inferiore del tavolo e ci sono prove contro artisti del calibro di Manchester United e Liverpool che la squadra può andare in punta di piedi con alcuni dei cannoni più grandi per una misura. Trasformare in prestazioni coerenti con una squadra che si muove nella giusta direzione, dopo aver bloccato Coutinho in un accordo permanente con una forte chiusura della stagione che lascia la squadra ottimista in vista di una possibile caccia ai posti europei il prossimo anno è probabilmente ciò che guiderà il squadra se vogliono ottenere due buoni risultati.

Tuttavia, ottenere quei risultati sembra essere leggermente al di sopra della stazione di Villa al momento, quindi aspettarsi sei punti da queste due partite è probabilmente piuttosto fantasioso. Quattro punti sono forse più realistici e rappresenterebbero comunque un ritorno impressionante e basterebbero per pareggiare a Leicester City e Brighton e Hove Albion a seconda dei risultati di partite molto difficili.

Villa ha molto da giocare contro Burnley e City, il che li rende pericolosi da affrontare in questa fase della stagione con così tanto in gioco. Una vittoria per 3-1 sul Burnley di recente significa che i Clarets sapranno come avvicinarsi agli uomini di Gerrard meglio di quanto non abbiano fatto in casa, mentre gli uomini di Pep Guardiola possono segnare per divertimento praticamente contro chiunque in campionato, anche se la loro difesa ha dei buchi in presente.

Vedi anche:  Thomas Tuchel risulta positivo al COVID-19: l'allenatore del Chelsea in dubbio per recarsi al Mondiale per club

Con tutto il rispetto per l’Everton, la difficile situazione dei Toffees semplicemente non disturberà minimamente Gerrard o Villa e anche una vittoria su Burnley non sigilla automaticamente la sopravvivenza per gli uomini di Frank Lampard, anche se una vittoria in trasferta a Villa Park creerebbe davvero una finale emozionante battaglia per la retrocessione diurna. E vincere contro il City, anche se è certamente possibile, dipende tanto dal fatto che il City si presenti pronto a esibirsi al meglio delle proprie capacità quanto qualsiasi cosa Gerrard potrebbe ispirare i suoi avversari a fare.

Per quanto sognare scenari che vedrebbero Gerrard fare un enorme favore agli uomini di Jurgen Klopp o trascinare l’Everton più in profondità nella palude della zona di lancio, la realtà è che i Villan hanno il loro orgoglio e i loro progressi da giocare per questa settimana. Questo termine è stato tutt’altro che perfetto a Birmingham, ma queste due partite finali offrono l’opportunità di firmare per l’estate in bellezza dopo aver fatto progressi in circostanze difficili.

Accade solo che così facendo potrebbe anche avere un impatto indiretto su ciò che accade alle due estremità del tavolo. Ovviamente, però, con il mio cappello Villa indosso, alcune di quelle narrazioni che circondano i due incontri finali suonano sicuramente allettanti.

Articolo precedenteLa salute mette alla prova l’acquisto di antivirali e vaccini per combattere il vaiolo delle scimmie
Articolo successivoEverton vs. Crystal Palace pronostici, quote, linea: l’esperto rivela le scelte della Premier League inglese 2022 per il 19 maggio