Home Economia L’Asia finisce per mescolarsi con la Cina che mantiene i tassi di...

L’Asia finisce per mescolarsi con la Cina che mantiene i tassi di interesse e con un occhio all’Ucraina

86
0

I mercati asiatici hanno terminato la sessione questo lunedì con tono misto. Gli investitori continuano a guardare la situazione che circonda l’Ucraina. Nel frattempo, in termini economici, la People’s Bank of China ha mantenuto i tassi di interesse al 3,7%.

Il Nikkei 225 del Giappone è sceso dello 0,78%, mentre il Topix ha perso lo 0,71%. Il Kospi La Corea del Sud ha chiuso leggermente in ribasso. Le azioni della Cina continentale hanno chiuso poco cambiato, il Composito di Shanghai praticamente piatto, mentre il shenzhen si alzò leggermente. L’indice Hang Seng Hong Kong è diminuita di circa lo 0,8%. Altrove, l’S&P/ASX 200 australiano ha chiuso in rialzo dello 0,16%.

Questo lunedì, il Banca popolare cinese ha informato della sua decisione di rimanere nel 3,7% tasso di riferimento per i prestiti. La mossa si colloca in linea con le previsioni di mercato. Si ricorda che a dicembre l’ente ha abbassato per la prima volta in venti mesi le aliquote dal 3,85% al ​​3,8%.

Vedi anche:  Substrate AI, società specializzata in AI, si quota in borsa per 95 milioni di euro

Anche in Giappone, il bilancio record per il prossimo anno fiscale sarà approvato dal parlamento a marzo. Il primo ministro Fumio Kishida conta sul budget per sollevare la terza economia più grande del mondo dalla stagnazione indotta da Covid-19, con l’economia pronta a rallentare in questo trimestre. Ha un valore di 107,6 trilioni di yen ($ 936,14 miliardi)il più grande piano di spesa iniziale del Giappone.

D’altra parte, gli investitori continuano ad aspettare Ucraina. Gli ultimi sviluppi danno un po’ di fiducia dopo che il presidente degli Stati Uniti, Joe Bidenaccettare “in linea di principio”” un incontro con il presidente russo, Vladimir Putin, se Mosca non ha invaso l’Ucraina. Le preoccupazioni per una possibile invasione russa dell’Ucraina hanno innervosito il mercato, soprattutto quando venerdì scorso Biden ha affermato che gli Stati Uniti ritenevano che Putin avesse deciso di sferrare un attacco contro l’Ucraina “nei prossimi giorni”.

Vedi anche:  Moderato rimbalzo su Wall Street dopo la correzione degli ultimi giorni

In termini di valute, il yen Giapponese è stato scambiato a 114,99 per dollaro dopo essersi rafforzato a circa 114,8 rispetto al dollaro alla fine della scorsa settimana. Il dollaro australiano era a $ 0,7217, dal minimo precedente di $ 0,7159.

Articolo precedenteL’opportunità di fare soldi con l’elevata volatilità del mercato, secondo Capital Group
Articolo successivoTelefónica negozia con DAZN per offrire tutte le partite della Liga la prossima stagione