Home Economia L’Asia chiude con un segnale misto, con il focus sull’inflazione cinese e...

L’Asia chiude con un segnale misto, con il focus sull’inflazione cinese e statunitense

60
0

Le azioni dell’Asia-Pacifico hanno lasciato un segno misto, come I dati sull’inflazione cinese per maggio sono stati ampiamente in linea con le aspettative. Gli investitori sono anche rimasti cauti in vista del rilascio dei dati sull’inflazione negli Stati Uniti venerdì.

Il L’indice Hang Seng di Hong Kong è stato scambiato in rialzo dello 0,17%.con le azioni del colosso tecnologico cinese Tencent in aumento dello 0,71%.

Le azioni Alibaba quotate a Hong Kong hanno invertito la rotta, lasciando guadagni di oltre il 3%, dopo essere scese di quasi il 4% in precedenza. Ciò contrasta con le azioni quotate negli Stati Uniti di Alibaba, che sono scese dell’8,13% giovedì dopo che Ant Group di Jack Ma e le autorità di regolamentazione cinesi hanno interrotto i colloqui sul rilancio della quotazione pubblica di Ant.

Vedi anche:  L'Ibex 35 avanza posizioni e cammina verso una chiusura mensile positiva

Nella Cina continentale, il Shanghai Composite guadagna circa lo 0,6%mentre la componente di Shenzhen è balzata del 1.014%.

L’inflazione alla produzione cinese a maggio è aumentata in linea con le aspettative, secondo i dati ufficiali mostrati venerdì. L’indice dei prezzi alla produzione cinese di maggio è aumentato del 6,4% rispetto all’anno precedente, secondo i dati del Bureau of Statistics del paese.

Dal canto suo, anche l’inflazione al consumo cinese a maggio ha registrato un aumento vicino alle attese. L’indice dei prezzi al consumo è aumentato del 2,1% rispetto all’anno precedente, appena al di sotto di una previsione del sondaggio Reuters per un aumento del 2,2%.

Il Il Nikkei 225 giapponese è sceso dell’1,41% e le azioni del Gruppo SoftBank sono scese del 2,56%. Il Kospi della Corea del Sud è sceso dell’1,21%.

Vedi anche:  Citigroup entra di più nel secondo trimestre del 2022, ma riduce l'utile

L’S&P/ASX 200 australiano è sceso dello 0,8%.

L’indice MSCI più ampio delle azioni dell’Asia-Pacifico al di fuori del Giappone è stato scambiato in ribasso dello 0,6%.

Articolo precedenteBitcoin: “Ogni mini rally incontra un calo brutale”
Articolo successivoCredit Suisse taglia Siemens Gamesa a 18,05 euro offerti da Siemens Energy