Home Moda e bellezza L’ascesa del “body revealing” o dell’abito nudo

L’ascesa del “body revealing” o dell’abito nudo

125
0

Gli abiti che disegnano il corpo nudo si impongono quest’estate. Le illusioni ottiche hanno invaso la moda estiva, soprattutto attraverso disegni che disegnano realisticamente la silhouette femminile come se fosse una scultura dalle curve voluttuose e dai capezzoli serigrafati.

Questa moda che prende sempre più forza e rende un omaggio speciale al corpo femminile, è conosciuto con il nome di ‘rivelatore del corpo’.Questa estetica prevale negli abiti, sebbene si manifesti anche in bikini, ‘top’ e t-shirt. Oltre al suo carattere sorprendente, è diventato popolare grazie al fatto che Kylie Jenner, la rappresentante spagnola in Eurovision, Chanel Terrero e Bella Thorne, tra gli altri, hanno indossato creazioni di questo stile.

Nel caso di Jenner, ha persino condiviso un’immagine sul suo account Instagram con indosso un bikini color carne con due capezzoli stampati a grandezza naturale accanto alla frase “libera il capezzolo” (rilascia il capezzolo). Tuttavia, l’immagine è stata censurata da Instagram.

Vedi anche:  Come fare uno screenshot sul computer

“L’idea di questa corrente di moda, che non è nuova, è quella di fare a Occhiolino nudo, ma anche mostrare pelle e intimità nascondendosi, ironia che invece serve a vendicare il capezzolo della donna”ha spiegato a Efe l’esperta di comunicazione di moda Pepa Fernández, che ricorda che Instagram consente il maschile e non il femminile.

Mentre si presentano un carattere sorprendente e provocatorio “questi capi sono impegnati a rendere omaggio al corpo della donna”, aggiunge Fernández, che sottolinea che “essendo un pezzo di stoffa, sfugge alla censura e agli algoritmi di Instagram”.

dietro questo moda, tanto audace quanto divertente, ci sono grandi firme internazionali, tra cui Sergio Castaño Peña (Barcellona, ​​1994), creatore di Syndical Chamber che ha preso una svolta mondiale quando l’artista argentina Nathy Peluso ha indossato uno dei suoi abiti.

Vedi anche:  Disney lancia la sua linea di abiti da sposa con un modello esclusivo con 15.000 perle e 3.000 cristalli

In passerella questa estetica ha trionfato nelle collezioni Balmain primavera-estate 2022 e nelle collezioni autunno-inverno 2022/23 di Y/Project.

Si impegnano anche Schiaparelli, Tom Ford o l’azienda Loewe capi in cui l’erotismo viene trascinato nel tessuto.

In secondo luogo, Designer iconici come Vivienne Westwood, Martin Margiela, Jean Paul Gaultier e Comme des Garçons l’hanno già avanzato negli anni ’90.

Va notato che il cantante Cher (California 1946) è stata una pioniera nell’indossare questa tendenza della moda. Nel 1974 ha attirato l’attenzione con un abito in tulle trasparente, perfettamente aderente al corpo, che ha creato l’effetto di sembrare nuda. Tornò infatti a scommettere su questa estetica nel 1988 per ritirare l’Oscar come migliore attrice per ‘Moon Spell’.

Articolo precedenteLa Russia multa Google per 357 milioni per aver ospitato contenuti sulla guerra in Ucraina
Articolo successivoDeliveroo dimezza la crescita delle vendite prevista