Home Sport L’allenatore dell’Arsenal Mikel Arteta si aspetta la fine della tendenza a parametro...

L’allenatore dell’Arsenal Mikel Arteta si aspetta la fine della tendenza a parametro zero dopo l’uscita di Hector Bellerin

92
0

Mentre i tifosi dell’Arsenal chiedevano furiosamente una svolta che non è mai arrivata nelle trattative di Douglas Luiz, forse la cosa più preoccupante della giornata per i Gunners si stava svolgendo in Catalogna. Poiché il Barcellona stava portando un altro giocatore dal nord di Londra al Camp Nou, ha sfruttato la generosità di Mikel Arteta ed Edu in un giorno di scadenza precedente.

Pierre-Emerick Aubameyang e Hector Bellerin, un tempo capitano e vice-capitano dell’Arsenal, potrebbero anche essersi incrociati a mezz’aria mentre uno lasciava il Barcellona e l’altro arrivava. A due giocatori che un tempo erano stati pezzi fondamentali nel nord di Londra, che Mikel Arteta ha combattuto disperatamente per mantenere il club nell’estate del 2020, era stato permesso di trasferirsi nei giganti della Liga per niente. L’Arsenal aveva persino pagato ad Aubameyang una parte del suo stipendio per partire.

Otto mesi dopo il Barcellona aveva ottenuto metà stagione dell’Aubameyang con uno stipendio ridotto, segnando 11 gol nella Liga che hanno portato la squadra di Xavi alla qualificazione alla Champions League, prima di ricevere 12 milioni di euro e Marcos Alonso dal Chelsea per un attaccante di 32 anni . Nel frattempo, l’Arsenal li ha aiutati a rafforzare la loro posizione di terzino, vendendo loro Bellerin per nient’altro che una clausola di vendita del 25% che si applica durante il contratto di un anno che il giocatore spagnolo di 27 anni ha firmato. Ha anche accettato di rinunciare a qualsiasi somma aggiuntiva a lui dovuta dai Gunners.

Se la partenza di Bellerin non coincide con la serie di rescissioni contrattuali che il direttore tecnico Edu ha utilizzato per pulire casa in quasi due anni, le differenze sono relativamente minime. Sette giocatori senior sono partiti in anticipo senza commissioni di trasferimento dalla prima stagione completa di Arteta in carica, tutti hanno guadagnato stipendi settimanali a sei cifre e l’esborso combinato per reclutarli è stato superiore a £ 150 milioni.

La tesi di Arteta sarebbe che c’è poco che l’Arsenal possa fare per cambiarlo.

“Dico sempre che il mercato non mente”, ha detto a CBS Sports nella conferenza stampa pre-partita prima della trasferta della sua squadra al Manchester United. “Quando un giocatore arriva e dice ‘Devo farlo’ e ‘Io sono qui e io sono lì’, è molto semplice. Vai sul mercato e le altre squadre e allenatori ti diranno quanto sei bravo, cosa il tuo valore è quello che hai fatto.”

C’è sicuramente del vero nel suggerimento di Arteta secondo cui i club non hanno sbattuto la porta per alcuni di questi giocatori. Pochi club al di fuori della Premier League possono eguagliare il tipo di stipendio offerto come standard all’Emirates Stadium, anche se potessero lo farebbero davvero per i giocatori che sono stati profondamente coinvolti nelle stagioni di declino nel nord di Londra?

Vedi anche:  Informazioni sul live streaming di Southampton vs Chelsea, canale TV: come guardare la Premier League in TV, streaming online

Eppure Arteta ignora la complicità dello stesso Arsenal in quello che dice il mercato. Sta urlando ad altri club che non ha senso fare offerte per i giocatori che verranno ceduti il ​​giorno della scadenza. Non è nemmeno sottotesto, ha detto Edu durante il tour pre-stagionale del club. “Cerca di evitare un anno in più con il problema dentro, nello spogliatoio, costoso, non performante. Pulisci, tiralo fuori. Anche, mi dispiace, se devi pagare. Andare è meglio.”

Questo in qualche modo spiega perché Bellerin è stato lasciato in bilico intorno a London Colney fino alle ultime ore di giovedì pomeriggio. Già ad aprile ha chiarito che voleva lasciare definitivamente dopo un periodo di prestito di successo in Spagna con il Real Betis, vincendo la Copa del Rey della scorsa stagione. L’Arsenal ha trascorso quel tempo resistendo nella speranza piuttosto che nell’aspettativa che potesse arrivare un’offerta permanente. Né il giocatore né i suoi corteggiatori avevano intenzione di spingere per una soluzione immediata alla situazione anche se Bellerin era diventato disilluso dalla vita all’Arsenal.

Due anni prima l’Arsenal aveva rifiutato le offerte da 25 milioni di sterline del Paris Saint-Germain del Bellerin. Quella stessa estate ha visto il rifiuto del fermo interesse del Wolverhampton Wanderers in Ainsley Maitland-Niles, questa finestra si è chiusa con loro incapaci di convincere nessuno dei tre club interessati a fare un’offerta permanente per il nazionale inglese, che si è unito al Southampton in prestito con opzione comprare.

Il mercato ha anche affermato che Aubameyang vale 12 milioni di euro in più ora che ha otto mesi in più. Il motivo è semplice. A gennaio tutta l’Europa sapeva che Arteta aveva bruciato tutti i suoi ponti con l’ex capitano dell’Arsenal. Il documentario “All or Nothing” di Amazon ha successivamente rivelato che l’allenatore si era rifiutato di reintegrare Aubameyang nella sua squadra tra le pressioni di quelli sopra di lui. I Gunners difficilmente hanno creato un mercato per se stessi in cui avrebbero potuto massimizzare i loro ritorni finanziari.

L’impressionante reclutamento di Arteta ed Edu ha reso rosea la situazione sul campo, ma è arrivata a costo di cancellare qualsiasi parvenza del modello autosufficiente che ha definito l’Arsenal negli anni dopo il trasferimento all’Emirates Stadium nel 2006. Hanno terminato la finestra di questa estate ha speso quasi 100 milioni di sterline in più di quanto hanno recuperato. Avevano una spesa netta ancora più alta l’estate precedente.

Vedi anche:  Valutazioni dei giocatori di Manchester City contro Liverpool: le stelle brillano mentre la resa dei conti della Premier League è all'altezza del clamore

Pur non affrontando direttamente l’offerta fallita di Douglas Luiz, Arteta sembrava riconoscere che la gerarchia si era sentita in dovere di esaminare a lungo se andare oltre i 25 milioni di sterline per un giocatore con nove mesi rimasti sul suo contratto, che non è stato un titolare regolare all’Aston Villa e che non sarebbe stato uno in un Arsenal perfettamente in forma, è stato il più astuto degli investimenti.

“Dobbiamo portare solo i migliori talenti attraverso quella porta ed essere molto disciplinati perché in quei momenti puoi commettere errori che possono costare molto al club e alla squadra, non nel prossimo futuro ma forse un po’ avanti”, ha detto. “Vogliamo evitarlo il più possibile.

“Ieri avremmo potuto fare qualcosa se fosse stato il giocatore giusto, il giusto affare e qualcosa che potevamo permetterci – perché a volte bisogna reagire – ieri era una possibilità concreta. Ci abbiamo provato ma poi abbiamo mantenuto la disciplina per dire che doveva essere così il giocatore giusto per il club”.

Se l’Arsenal ha ricostruito bene – e i primi segni di questa stagione sono che sono almeno sulla buona strada – allora l’enigma di Luiz continuerà a venire fuori. A meno che tu non abbia le tasche infinite del Paris Saint-Germain o del Manchester City, la profondità della qualità può essere difficile da trovare in un momento in cui le squadre di fascia media della Premier League sono pronte a sopportare il duro colpo finanziario che deriva da un giocatore che ha rescisso il suo contratto e se ne va per niente.

Arteta almeno vede motivo di ottimismo su come potrebbero essere condotte le uscite in futuro. Tale è il vantaggio di riequilibrare la propria rosa per darle il profilo di età più giovane della Premier League, pur mostrando segni di netto miglioramento in campo. Improvvisamente i grandi club chiedono a gran voce i tuoi giocatori, su cui puoi vedere più di quanto hai pagato per loro.

Affrontando la questione della perdita di giocatori a titolo gratuito, ha aggiunto: “Abbiamo ovviamente cercato di ottenere tutto ciò che potevamo fare. A volte devi trovare il giusto equilibrio. Si spera che molto presto saremo in una posizione molto diversa .”

Articolo precedentePronostico Manchester City vs Aston Villa, quote: l’esperto rivela le scelte della Premier League inglese per il 3 settembre 2022
Articolo successivoStreaming live di Everton vs. Liverpool: pronostico Premier League, canale TV, guarda online, ora di inizio, quote