Home Economia L’Aie specifica i suoi piani: stima il rilascio fino a 120 milioni...

L’Aie specifica i suoi piani: stima il rilascio fino a 120 milioni di barili di greggio

129
0

Il Agenzia Internazionale dell’Energia (AIE) ha reso un po’ più concreti i suoi piani sul rilascio di scorte di petrolio per controllare le turbolenze del mercato dopo lo scoppio della guerra in Ucraina. Fatih Birol, direttore esecutivo dell’organizzazione, ha confermato che stanno valutando la possibilità di metterla in circolazione 120 milioni di barili, 60 dei soli Stati Uniti.

dopo la notizia, il prezzo dell ‘”oro nero” soffre nei mercati, rinunciando ai 100 dollari, entrambi i Brent (-2,2%, $ 98,80) Come il Intermedio del Texas occidentale (-2,1%, $ 94,18).

“L’AIE aanticipa con un rilascio collettivo di scorte di petrolio di 120 milioni di barili (compresi 60 milioni di barili apportati dagli Stati Uniti come parte della loro estrazione complessiva dalla sua Strategic Petroleum Reserve). Maggiori dettagli sui contributi specifici saranno presto resi pubblici”, ha scritto Birol sul suo profilo Twitter ufficiale.

Dopo l’incontro della scorsa settimanaministri dell’AIE hanno ribadito la loro preoccupazione per l’impatto sulla sicurezza energetica delle azioni spaventose della Russia e in risposta hanno espresso il loro sostegno alle sanzioni imposte dalla comunità internazionale. Hanno anche espresso la loro solidarietà al popolo ucraino e al suo governo, “eletto democraticamente di fronte all’atroce e non provocata violazione della sovranità e dell’integrità dell’Ucraina da parte della Russia”.

Vedi anche:  S&P mantiene il rating del Banco Sabadell e ne migliora l'outlook

Hanno anche annunciato la misura di maggiori rilasci di barili di petrolio, la seconda di queste caratteristiche durante quest’anno, per controllare le turbolenze del mercato. L’accordo raggiunto questo venerdì segna la quinta volta che viene effettuata una release di queste caratteristiche, dopo quelle prodotte in 1991, 2005, 2011 e 1 marzo 2022.

“Se il calo (del prezzo del greggio) è sostenibile, potremmo iniziare a vedere un certo allentamento delle pressioni inflazionistichema non è chiaro fino a che punto il declino del petrolio sarà sostenibile e in che misura i prezzi potrebbero scendere dato il divario crescente tra domanda e offerta”, sottolinea Ipek Ozkardeskaya di Swissquote, il quale sostiene che è meglio vedere il prezzo del greggio al di sotto 100 dollari rispetto a sopra.

Articolo precedenteInstagram supera Facebook per la prima volta negli utenti mentre WhatsApp è il più utilizzato
Articolo successivoLe misure per abbassare i prezzi dell’elettricità non influenzeranno la sostenibilità del sistema, secondo Moody’s