Home Economia Lagarde avverte: se l’inflazione non migliora, i tassi potrebbero salire più del...

Lagarde avverte: se l’inflazione non migliora, i tassi potrebbero salire più del previsto

112
0

Cristina Lagardepresidente della Banca centrale europea (BCE), ha ricordato alla commissione per i problemi economici e monetari del Parlamento europeo che l’organo da lei presieduto prevede di aumentare nuovamente i tassi di interesse ufficiali a settembre e che la calibrazione di tale rialzo dei tassi dipenderà dall’aggiornamento delle prospettive di inflazione a medio termine.

“Se le prospettive di inflazione a medio termine persiste o peggiora, sarà appropriato un aumento più ampio alla nostra riunione di settembre”Lagarde ha assicurato. Il Presidente della BCE ha inoltre indicato che, dopo aver soddisfatto le “condizioni alla base del nostro orientamento futuro”, il Consiglio direttivo ha convenuto aumentare i tassi di interesse ufficiali di 25 punti base nella riunione di lugliocosì come terminare il programma di acquisto di attività a partire dal 1 luglio.

Allo stesso modo, Lagarde ha indicato di prevederlo sarà “opportuno” stabilire un “percorso graduale ma sostenuto” di ulteriori rialzi dei tassi di interessequalcosa che secondo lui è in linea con l’impegno del Consiglio direttivo della BCE di riportare l’inflazione al suo obiettivo di medio termine del 2%. “Il ritmo di aggiustamento della nostra politica monetaria dipenderà dai dati che arriveranno e da come valuteremo l’evoluzione dell’inflazione nel medio termine”ha sottolineato il banchiere centrale.

Vedi anche:  "Bitcoin e 'cryptos' stanno dimostrando un reale utilizzo con la guerra": il rally non è finito

Inoltre, il Presidente della BCE ha evidenziato che, da quando il graduale processo di normalizzazione delle politiche è iniziato nel dicembre 2021, l’organismo si è impegnato ad agire contro il recrudersi dei rischi di frammentazione. “La pandemia ha lasciato vulnerabilità durature nell’economia dell’area dell’euro che, di fatto, stanno contribuendo alla trasmissione ineguale della normalizzazione della nostra politica monetaria tra le diverse giurisdizioni”, ha affermato prima di ricordare le decisioni prese la scorsa settimana: la promozione di uno strumento anti-frammentazione e flessibilità nel reinvestimento dei rimborsi in scadenza nel portafoglio PEPP.

D’altra parte, Lagarde lo ha riconosciuto l’attività dell’area dell’euro è frenata dagli elevati costi energetici, l’intensificarsi delle interruzioni di fornitura e l’aumento dell’incertezza, che interessano in particolare il settore manifatturiero. Tuttavia, la revoca delle restrizioni è derivata dalla pandemia, le buone prospettive per la stagione turistica e la forza del mercato del lavoro “Continueranno a sostenere reddito e consumi”.

Vedi anche:  Il gruppo Louis Delhaize apre un concetto innovativo di supermercato

“Si prevede che i venti contrari dagli elevati costi energetici, dal deterioramento delle ragioni di scambio, dall’accresciuta incertezza e dall’impatto negativo dell’elevata inflazione sul reddito disponibile svaniranno”, ha spiegato Lagarde. Di conseguenza, le ultime proiezioni per i servizi dell’Eurosistema prevedono una crescita del 2,8% nel 2022 e del 2,1% nel 2023 e 2024.

Lo ha anche ricordato L’inflazione dell’Eurozona si è attestata all’8,1% a maggio, con i prezzi dell’energia in aumento del 39,2% su base annua e il cibo che diventa del 7,5% più costoso rispetto a dodici mesi fa. “Gli aumenti di prezzo si stanno generalizzando in tutti i settori e le misure di inflazione di base hanno continuato a crescere”, ha spiegato il presidente della Bce.

Per quanto riguarda i salari, Lagarde ha indicato che la loro crescita “ha iniziato a crescere, sebbene rimanga moderata”. “Prevediamo che la crescita salariale negoziata si rafforzi leggermente nel 2022 e rimanga al di sopra dei livelli medi nell’orizzonte di proiezione, supportata da mercati del lavoro rigidi, aumenti dei salari minimi e alcuni effetti compensativi dagli alti tassi di inflazione”, ha aggiunto il presidente della BCE.

Articolo precedenteDolore ai talloni: il trucco più strano per non soffrire con questa scarpa
Articolo successivoJosé Mauro Coelho, presidente di Petrobras, si dimette dopo le pressioni di Bolsonaro