Home Economia Lagarde apre le porte a un rialzo dei tassi nel terzo trimestre...

Lagarde apre le porte a un rialzo dei tassi nel terzo trimestre dell’anno

105
0

il presidente dil Banca centrale europea (BCE), Cristina lagardeè stato più chiaro in questa occasione quando si parla di a possibile aumento del tasso in estatedopo aver evitato questa domanda nelle sue ultime apparizioni pubbliche.

“La missione della BCE è la stabilità dei prezzi”, ha ricordato Lagarde in un’apparizione congiunta con il sindaco di Amburgo, Peter Tschentscher, durante una visita alla città tedesca. Ecco perché l’ente di Francoforte ha deciso di smettere di comprare il debito con un alto grado di probabilità all’inizio del terzo trimestre, probabilmente a luglio”. Successivamente, sarà la volta dei tassi di interesse.

“Dopo di che (finiti gli acquisti), sarà il momento di guardare i tassi di interesse”ha indicato Lagarde. Il calcolo è chiaro: se gli acquisti finiranno «probabilmente a luglio», se apre le porte a un rialzo dei tassi nel terzo trimestre dell’anno. Si dovrebbe notare che I tassi di interesse europei sono al minimo storico, allo 0,05%.

Vedi anche:  La Cina sanziona Pelosi per il suo viaggio a Taiwan perché la visita è stata una "egregia provocazione"

Meno di una settimana fa, lo ha affermato il banchiere francese “non ha senso fissare una data” di alzare i tassi di interesse e che l’organismo che presiede aspettasse “di avere tutti i dati”. Allo stesso modo, il presidente della Bce ha indicato poi che l’inflazione, diffusa nell’area euro e “ben al di sopra del target del 2%”, dovrebbe essere “affrontata gradualmente”

La stessa settimana, il numero due di Lagarde, lo spagnolo Luis de Guindosha accennato a una posizione simile a quella che Lagarde ha ora adottato, dimostrandosi più vicino ai ‘falchi’ della BCE. “Non vedo alcun motivo per cui non dovremmo interrompere il nostro programma di acquisto di asset a luglio”ha spiegato de Guindos.

Articolo precedenteSe ho il covid, posso andare a lavorare?
Articolo successivoL’Algeria minaccia di rompere il contratto del gas con la Spagna se il gas viene dirottato al Marocco