Home Economia La Germania prepara una legge per salvare le società energetiche colpite dalla...

La Germania prepara una legge per salvare le società energetiche colpite dalla crisi del gas

64
0

continua il allarme gas in Europa. Recenti Tagli all’approvvigionamento di gas dalla Russia e la continua escalation del suo prezzo, con il AIE calcolandolo sei volte quella del 2019, ha messo alle corde i paesi più dipendenti, come nel caso della Germania. In questo contesto, diversi media come ‘Der Spiegel’ o ‘The Financial Times’ sottolineano che il governo teutonico avrebbe potuto redigere una legge che gli permette di salvare le compagnie energetiche più colpite da questa crisiacquisendone partecipazioni significative.

Questo è il caso di Uniperil più grande importatore di gas russo dalla Germania e che è recentemente precipitato nei mercati dopo conferma che sta negoziando un salvataggio con l’Esecutivo di Olaf Scholz. Allo stesso modo, secondo il ‘FT’, la nuova legge consentirebbe queste società trasferire l’aumento dei prezzi dell’energia ai propri clienti.

Uniper stava già affrontando una crisi di liquidità anche prima della guerra della Russia in Ucraina, secondo le informazioni di ‘Bloomberg’, con forti oscillazioni dei prezzi che hanno costretto l’azienda a prendere in prestito 11.000 milioni di dollari. Questo finanziamento includeva 2 miliardi di euro dalla banca statale tedesca per lo sviluppo KfW.

Vedi anche:  Il petrolio cala sulla preoccupante domanda cinese e con l'Iran sotto i riflettori

Secondo JP Morgan, Uniper perde oltre 20 milioni di euro al giorno a causa del deficit di gas russo e non ha ancora utilizzato la linea di credito KfW, ma l’azienda di New York stima che “potrebbe durare fino a settembre al tasso attuale”. Allo stesso modo, la banca d’affari americana lo sottolinea la lettura per RWE, E.ON ed Engie rimane “limitata”, a causa della “minore esposizione diretta alla fornitura di gas russa”.

È importante indicarlo Gazpromil cui principale azionista è la Federazione Russa, ha ridotto del 40% la fornitura alla Germania nelle ultime settimane e ha annunciato una chiusura tecnica di 10 giorni a luglio, citando lavori di manutenzione. La Germania teme che la fornitura non verrà ripristinata una volta completate le presunte riparazioni che la Russia ha in mente.

Vedi anche:  Catalana Occidente guadagna il 20,2% in più nel semestre, fino a 287 milioni

“Il gas è diventato una merce rara. Nella situazione attuale dobbiamo rendere disponibili tutte le opzioni in caso di emergenza ed espandere gli strumenti che possiamo avere a nostra disposizione”, ha affermato un funzionario tedesco in dichiarazioni raccolte dall’Australian Financial Review.

Recentemente il ministro dell’Economia Robert Habeck ha lanciato l’allarme energetico nel Paese, annunciando che cercherà di sopperire alla carenza di gas Carbone. Habeck ha avvertito che questa riduzione dell’offerta è paragonabile alla caduta di Lehman Brothers prima dello scoppio della crisi finanziaria e ha affermato che la Germania è in “una guerra del gas”.

Articolo precedenteWatchdog indaga sull’affare tra Ter Beke e Imperial Meat
Articolo successivoWatchdog indaga sull’affare tra Ter Beke e Imperial Meat