Home Technologia La Germania chiede di smettere di usare l’antivirus russo Kaspersky

La Germania chiede di smettere di usare l’antivirus russo Kaspersky

220
0

L’invasione militare di Ucraina sta scatenando un’ondata di reazioni economiche internazionali contro Russia. Questo martedì, Germania ha lanciato un messaggio di avviso contro l’uso di sistemi antivirus da Kasperskyuna decisione che la società di software russa ha criticato come presa “per motivi politici”.

L’Ufficio federale tedesco per la sicurezza delle informazioni (BSI) ha rilasciato una dichiarazione in cui raccomandava a Kaspersky di “sostituire le applicazioni” “con prodotti alternativi” a causa di quello che considerano “un rischio elevato di attacco informatico dalla Russia”. Nel suo messaggio, sottolinea che la compagnia potrebbe operare come un ipotetico cavallo di Troia della Cremlino nei sistemi informatici europei. “Un produttore IT russo può compiere esso stesso operazioni offensive, essere costretto ad attaccare i sistemi contro la sua volontà, essere spiato come vittima di un’operazione informatica a sua insaputa o essere utilizzato in modo improprio come strumento per attacchi contro i propri clienti”. la dichiarazione.

Vedi anche:  Gli esperti denunciano il piano del governo di utilizzare telecamere a riconoscimento facciale al confine tra Ceuta e Melilla

La dichiarazione di Berlino ha già avuto altre ripercussioni. La squadra di calcio di Francoforte Eintrach ha annunciato che ritirerà Kaspersky come sponsor principale. A livello di governo, l’Agenzia per la sicurezza italiana non ha fatto riferimento direttamente all’azienda ma ha chiesto “di rivedere i legami con le società russe di tecnologia“.

Vietato negli Stati Uniti e nell’UE

Fondata nel 1997, l’azienda russa è una delle più riconosciute al mondo sicurezza informatica -è regolarmente presente al Mobile World Congress (MWC) di Barcellona- e conta più di 400 milioni di utenti nel mondo, di cui 240.000 società terze. Tuttavia, entrambi stati Uniti come il Unione Europea (UE) ha vietato l’uso dei sistemi Kaspersky sui computer governativi nel 2018, considerandoli “dannosi”. Entrambi i blocchi hanno poi assicurato che la misura era dovuta a presunti legami con il governo russo.

Vedi anche:  TCL introduce gli "smartphone" convenienti nella sua serie 30

L’azienda ha risposto alla decisione tedesca smentendo le accuse e sottolineando che si tratta di una decisione “per motivi politici e non perché basata sulla valutazione tecnica dei nostri prodotti”. Sottolinea inoltre che, sebbene i suoi server centrali siano ospitati a Mosca, parte delle sue apparecchiature informatiche che elaborano i dati degli utenti sono installate in paesi come la Svizzera, il Canada o la Germania.

Il fondatore dell’azienda, Eugenio Kasperskyè stato criticato sui social media per non condannando direttamente l’invasione russa dell’Ucrainasebbene abbia espresso il suo rifiuto della guerra.

Articolo precedenterealme GT NEO 3 verrà lanciato in Cina il 22 marzo
Articolo successivoProbabilità Chelsea vs. Lille, scelte, come guardare, live streaming: le migliori scommesse della UEFA Champions League per il 16 marzo 2022