Home Economia La CNMV chiede più IPO per non compromettere la crescita dell’economia

La CNMV chiede più IPO per non compromettere la crescita dell’economia

65
0

Rodrigo Bonaventurapresidente della Commissione nazionale per il mercato dei valori mobiliari (CNMV), è chiaro: devono optare per più aziende spagnole salta nella borsa per garantire il loro futuro e, quindi, quello dei economia. Lo ha assicurato durante il suo intervento in Commissione Economia al Congresso dei Deputati, dove ha fatto il punto su quanto accaduto nel corso del 2021 sui mercati.

Nel suo discorso, Buenaventura ha colto l’occasione per valorizzare il ruolo dei mercati azionari come fonte di finanziamento per le società spagnole. Eppure, ha detto, ritiene che il grado di sviluppo del mercato primario dei titoli, e più in particolare delle IPO o mercato alternativo per le società spagnole, continui ad essere “da migliorare”.

“Il nostro mercato azionario – dove a fine anno erano quotate 133 società, 5 in meno rispetto al 2020 – ha capitalizzato un valore di 638.000 milioni di euro con una crescita del 10,2% nel 2021”, ha evidenziato il presidente di CNMV, che ha confermato il “forte aumento del ricorso al mercato primario come formula di finanziamento, visto che l’importo degli aumenti di capitale sfiorava i 15.000 milioni di euro”.

Vedi anche:  Mercato online Crisp accelera in Belgio

Come ha detto Buenaventura, il mercato azionario primario “ha fornito un flusso di capitale molto importante alle società spagnole” nel 2021, ma continua a vedere lo stesso problema che aveva già avvertito circa un anno fa: “Abbiamo bisogno di più aziende che si fidino del mercato azionario come meccanismo per autofinanziarsicrescere, rafforzare il proprio bilancio e diventare internazionali”, ha affermato.

Il suo raggiungimento dipende in parte dalla regolamentazione, ma “anche dalla tassazione, dalla cultura d’impresa o dall’arrivo di nuovi investitori sul mercato”, ha rimarcato Buenaventura, spiegando che il CNMV ha già posto questo obiettivo come uno degli assi strategici della sua azione.

Ecco perché lo ha avvertito “Se non correggiamo questa debolezza, comprometteremo le capacità di investimento e di crescita delle nostre aziende e, quindi, dell’economia spagnola” ora che l’ambiente attuale è così “complesso” e c’è tanta incertezza.

Vedi anche:  Lo Ibex e l'Europa rimbalzano dopo il crollo, ma il mercato rimane volatile e incerto

A suo avviso, “tassi di inflazione molto elevati si sovrappongono, si prevede l’inasprimento della politica monetaria e ci sono dubbi su quale sarà l’impatto dello shock energetico e di alcune materie prime sulla crescita economica”, cosa che sta colpendo i mercati. “Hanno incorporato questi rischi e incertezze e lo abbiamo visto nelle ultime settimane cali significativi dei prezzi delle azioni e del reddito fisso“, ha riconosciuto Buenaventura.

Ricorda però che “le valutazioni di borsa sono in aree molto basse, e che i tassi, anche in rialzo, non hanno raggiunto valori assoluti preoccupanti o insostenibili”. Pertanto, lo ha affermato proprio ora “Ci sono opportunità anche in un contesto di mercato così turbolento”.

Articolo precedenteÈ bello svegliarsi senza sveglia?
Articolo successivo“Alzare le tasse può far naufragare i piani delle compagnie energetiche”