Home Salute La Catalogna vieterà il fumo sui terrazzi, gli ingressi delle scuole e...

La Catalogna vieterà il fumo sui terrazzi, gli ingressi delle scuole e le pensiline degli autobus

41
0

Il Dipartimento della Salute sta preparando un legge chi dichiarerà spazi non fumatori di tabacco, e quindi non sarà possibile fumare, spazi pubblici come biglietti per la scuola, pensiline degli autobus o terrazze di stabilimenti. Finora si può fumare in questi spazi. In comunità come Baleari, Ad esempio, è vietato fumare sui terrazzi: era un divieto che è arrivato con la pandemia covid-19 ed è stato finalmente mantenuto.

Così lo ha spiegato il ‘consulente’ della Salute, Giuseppe Maria Argimona TV-3, dove ha precisato che stanno finendo di redigere la norma, che il Governo potrebbe presentarla “nelle prossime settimane” e che in seguito dovrà seguire l’iter parlamentare. Non c’è ancora una data di entrata in vigore.

Da parte sua, a partire da gennaio offrirà terapia sostitutiva della nicotina gratuita a persone con redditi inferiori a 18.000 euro. Salut calcola che potrebbero trarne beneficio circa 600.000 persone che fumano e che si trovano a questa soglia.

Vedi anche:  5 miti sulla prevenzione e la cura del raffreddore

Come hanno confermato a EL PERIÓDICO fonti da Salut, il ‘ministero’ sta già lavorando al regolamento annunciato oggi da Argimon, ma dopo questo dovrà essere portato al Governo e, successivamente, dovrà passare in Parlamento. Ecco perchè non si conosce la data esatta di entrata in vigore di questa legge. “A partire da gennaio 2023, ciò che sarà gratuito è il trattamento per le persone con un reddito inferiore a 18.000”, sottolineano queste fonti. La norma prevede sanzioni.

Numero stabile di fumatori

Argimon ha riconosciuto che la riduzione dei fumatori si è interrotta nel 2017 e da allora la cifra di circa 24% dei fumatori in Catalogna. Ha anche aggiunto che ogni volta che è stato promosso un regolamento che dichiari spazi non fumatori, più persone hanno smesso di fumare e per questo la ‘conselleria’ sta lavorando a uno nuovo.

Vedi anche:  Questi sono i requisiti per fare volontariato per la sperimentazione del vaccino Hipra

Il “consigliere” lo ha spiegato questa è una legge che può far avanzare la Catalogna e lo farà. Ha riconosciuto che ci deve essere a “periodo di transizione” affinché questa nuova realtà possa essere accolta, ma ha ricordato che prima si fumava in posti come i ristoranti e ora sarebbe sicuramente impensabile.

D’altra parte, Argimon ha spiegato in dettaglio che i trattamenti per smettere di fumare a base di sostituti della nicotina costano circa 300 euro. Con la sua gratuità vogliamo eliminare il ostacoli economici per le persone con meno risorse.

Articolo precedenteQuesto è il superfood che ferma raffreddore e influenza sul loro cammino
Articolo successivopro e contro del modo di riscaldarsi senza gas o elettricità