Home Technologia La carenza di chip costringe Canon a spiegare come “hackerare” le sue...

La carenza di chip costringe Canon a spiegare come “hackerare” le sue stampanti

124
0
  • L’azienda fornisce istruzioni ai suoi utenti affinché possano installare cartucce d’inchiostro non ufficiali a causa della mancanza di componenti utilizzati da quelli ufficiali.

Negli ultimi mesi il mondo sta vivendo una crisi globale di carenza patatine fritte Y semiconduttori che ha colpito più settori che vivono di questi componenti, dall’elettronica di consumo all’industria automobilistica. Oltre a molteplici problemi economici, questa paralisi commerciale ha lasciato anche segni ironici, come l’aver forzato Canyon spiegare agli utenti come installare cartucce d’inchiostro non ufficiali nel loro stampanti.

Anni fa, produttori come Canon, HP, Epson o Lexmark hanno escogitato una strategia per velocizzare la loro attività: le loro stampanti funzionano solo con cartucce a partire dal inchiostro dotato di chip che servono a rilevare i livelli di inchiostro residuo. Questa strategia ha permesso loro di costringere gli utenti a utilizzare le cartucce ufficiali di ogni marca, molto più costose rispetto al riempimento manuale delle cartucce con inchiostro o all’utilizzo di cartucce “false”, cosa che hanno considerato pirateria contro i tuoi diritti digitali.

Vedi anche:  Logitech presenta il mouse e la tastiera Pop serie Studio

La carenza globale di chip ha fatto esplodere quella strategia per Canon. Ed è che, vista la mancanza di cartucce con questi componenti specifici, l’azienda giapponese non ha avuto altra scelta che accettare che le sue stampanti funzionino con cartucce d’inchiostro non ufficiali e dare istruzioni ai suoi utenti su come fare ciò che qualche settimana fa hanno criminalizzato .

In un post sul suo sito Web europeo, Canon elenca i modelli interessati e istruisce gli utenti delle sue stampanti a configurare le loro stampanti per funzionare utilizzando cartucce d’inchiostro non ufficiali.

Cartucce “false” che funzionano bene

Notizie correlate

L’ironia non finisce qui. Associazioni di consumatori e attivisti per i diritti digitali da anni denunciano questa strategia dei produttori di stampanti, che fino ad oggi sostenevano che fosse necessario utilizzare cartucce d’inchiostro ufficiali (con chip) per garantire la qualità Stampa. Tale argomento è stato esposto. “Sebbene non vi sia alcun impatto negativo sulla qualità di stampa quando si utilizzano materiali di consumo senza Componenti elettronici, alcune funzioni ausiliarie, come la capacità di rilevare i livelli di toner, potrebbero essere interessate “, spiegano. Ciò potrebbe influire negativamente sugli utenti.

Vedi anche:  Questa è la tastiera GXT 834 Callaz, di Trust

Nonostante tutte le incongruenze esposte da questa crisi globale dei semiconduttori, Canon ha spiegato che si tratta di una misura eccezionale che manterrà “fino al ripristino della normale fornitura”.

Articolo precedenteI crimini crittografici hanno raggiunto il massimo storico nel 2021
Articolo successivoCosa significa “nashe” su TikTok?