Home Sport Inter-Milan: due decisioni arbitrali chiave mettono in luce Rossoneri, vittoria rimonta di...

Inter-Milan: due decisioni arbitrali chiave mettono in luce Rossoneri, vittoria rimonta di Olivier Giroud

86
0

Le strade di Milano saranno dipinte di rosso sabato quando l’AC Milan ha sconfitto l’Inter 2-1 nel Derby della Madonnina a San Siro e, fedeli alla sua storia, entrambe le squadre hanno combattuto fino agli ultimi secondi. L’arbitro Marco Guida ha avuto le mani piene in questa rivalità, ma ci sono stati due incidenti chiave nel derby che meritano un’analisi più approfondita: il cartellino rosso a Theo Hernandez negli ultimi secondi del recupero e la sfida di Olivier Giroud che ha portato al ribaltamento di possesso palla e il suo primo gol con il Milan.

Il cartellino rosso di Hernandez avrebbe dovuto essere evitato

Mancavano pochi secondi al fischio finale del Derby della Madonnina quando una serie di sfide appassionate per mantenere vivo il gioco da parte di Denzel Dumfries dell’Inter ha portato a Hernandez un cartellino rosso per grave fallo. Si può argomentare che un fallo negligente avrebbe dovuto essere fischiato solo pochi secondi prima su Dumfries quando ha ripreso il possesso della palla allungando il braccio sinistro per respingere Sandro Tonali del Milan. L’arbitro Guida ha scelto di non chiamarlo e di consentire che la battaglia si svolgesse molto probabilmente poiché si trattava di una sfida per la parte superiore del corpo, l’energia era al massimo in quella partita e avrebbe tolto l’aria da quegli ultimi secondi. Tuttavia, è stato un rischio corso che non doveva essere preso.

Senza sorprese, dopo la mancata chiamata per Tonali, Hernandez commette un affondo contro Dumfries con forza eccessiva da dietro, senza tener conto del fatto che avrebbe ferito Dumfries nella sfida nel solo sforzo di impedire il contrattacco. Fortunatamente, Dumfries non si è infortunato in modo significativo e Hernandez è stato correttamente e rapidamente emesso un cartellino rosso per gioco grave che ha impedito lo scontro di massa da parte dei giocatori che si sarebbe inevitabilmente verificato se fosse stato emesso qualcosa di meno di un cartellino rosso a Hernandez.

Vedi anche:  Pronostici Milan-Torino, scelte, come guardare, live streaming: 10 aprile 2022 Pronostico Serie A italiana

Anche negli ultimi secondi di gioco, l’arbitro non deve permettere che l’energia prenda il sopravvento e perda di vista il quadro più ampio: la sicurezza del giocatore. La serie di sfide e nessuna chiamata si è rapidamente aggravata portando al cartellino rosso di Hernandez che era facile vedere che stava per verificarsi se non fosse stato chiamato prima un fallo. Un rischio che non vale la pena correre né per i giocatori né per il gioco, sì, anche negli ultimi due secondi nel Derby della Madonnina.

Il primo gol di Giroud è stato esaminato dal VAR ed è un gol pulito

Bene ha fatto bene a non consigliare una revisione del gol di Giroud l’arbitro Paolo Silvio Mazzolleni a causa della sfida all’Inter Alexis Sanchez che ha portato al ribaltamento del possesso palla a centrocampo e alla fase offensiva del Milan. Per affrontare la questione fuori dal cancello, Mazzolleni avrebbe passato in rassegna la sfida di Giroud su Sanchez per determinare se il gol di Giroud dovesse reggere.

Vedi anche:  Finale di Champions League: elenco completo di tutti i vincitori di UCL e Coppa dei Campioni mentre il Chelsea cerca di difendere il titolo

Come parte del processo VAR, il VAR è in grado di rivedere la preparazione offensiva del Milan fino alla segnatura del gol per determinare se si è verificato un errore chiaro ed evidente su fallo di mano, fallo, fuorigioco, ecc. Questo controllo viene chiamato fase di gioco in attacco (APP) e inizia con il modo in cui la squadra in attacco ha vinto la palla che ha portato al suo attacco.

La soglia è se il no call sulla sfida di Giroud contro Sanchez sia un errore evidente e palese. La risposta è che non si tratta di un errore chiaro ed evidente in quanto è una sfida di spalla equa prevista nel contesto di questo gioco.

Analizzando il gioco, la cosa immediata da determinare è se Giroud stava sfidando per la palla quando ha effettuato il contatto spalla a spalla con Sanchez. Dopo aver rivisto il video, è proprio Giroud a entrare in contatto con la palla prima di entrare in contatto con Sanchez sulla spalla. Questo è ciò a cui guarderebbe immediatamente un VAR per determinare se debba essere formulata una raccomandazione per ribaltare l’obiettivo. Questa è una buona non-chiamata dell’arbitro Guida per arrivare subito in campo nella frazione di secondo che ha dovuto determinare se la sfida fosse giusta e rafforzata dal controllo del gioco del VAR Mazzolleni che ha solo aggiunto il dramma che deve essere sempre avuto nel Derby della Madonnina.

Articolo precedenteRisultato Inter-Milan: la doppietta di Olivier Giroud in tre minuti suggella l’enfatica rimonta rossonera
Articolo successivoIl CPI statunitense ei risultati, principali riferimenti per la prossima settimana