Home Moda e bellezza Influencer, nuovi alleati per il mondo della moda

Influencer, nuovi alleati per il mondo della moda

121
0

Stili in prestito, pubblicazioni concordate e video pianificatiquesto è il giorno per giorno nella settimana della moda del influencer, una figura che prende piede e diventa il nuovo alleato delle aziende. “Le sfilate sono una vetrina per future collaborazioni”, spiegano diversi a Efe.

Le sfilate sono sempre servite come mezzo per diffondere moda e tendenze, ma lo sono anche le loro prime file di ospiti. Personaggi influenti, amici dell’azienda e ora anche influencer diventano protagonisti della scena della moda con il suo grande potere di convocazione, avvicinando alle firme i suoi migliaia di seguaci.

“I designer si fidano delle persone che hanno influenza sulle reti con l’obiettivo di raggiungere molte persone oltre la vera sfilata in situ”, spiega a Efe. influencer Alfonso Gómez Sempere (@asempe) durante la sfilata dello stilista Eduardo Navarrete, che assiste in prima linea e vestito con un abito dal creatore.

Per il valenciano, “se l’influencer marketing è fatto bene, raggiunge molte persone. Si genera una comunità che segue i tuoi consigli e crede a ciò che dici loro”. Una realtà che si estrapola anche ad eventi legati alla moda, in cui migliaia di followers scoprono brand di cui essere clienti tramite influencer.

Solitamente indossi il marchio, fai una prova guardaroba e scegli i capi della collezione per creare contenuti di valore che il brand porterà via”, dice Asempe, che ha scelto un abito a righe blu e rosa per seguire la sfilata come influencer. “Ho già ricevuto molti messaggi che mi chiedevano dell’outfit”, dice.

Vedi anche:  La pulizia delle facciate dopo il calima può costare tra i 6.000 e i 15.000 euro a blocco

Questa estetica correlata e coerente è il pilastro fondamentale per connettersi con il pubblico, come spiegato dal colombiano Daniela Riaño, (@danielastyling), che viaggia dalla Colombia a Madrid per documentare in prima fila ogni sfilata di Madrid. “La cosa più importante dell’essere un influencer è generare contenuti organici”, dice.

“Le informazioni devono essere trasmesse onestamente”, spiega Riaño, sottolineando che è importante “fare un lavoro di documentazione preliminare su ogni impresa” prima di affrontare i social network, un lavoro di ore dietro gli schermi che culmina nel “raccontare ciò che trasmette la passerella”.

Riaño è stato contattato direttamente dall’organizzazione della Mercedes-Benz Fashion Week Madrid per seguire l’evento come “influencer”. “L’America Latina è molto lontana dalla Spagna ed è un modo per mostrare cosa sta succedendo nella moda quií”, spiega del suo lavoro. “Sto coprendo la passerella dalle informazioni in modo sincero.”

La sincerità si riflette anche nella scelta di capi legati all’identità dell’influencer. Così fa il cantante e creatrice di contenuti Cintia Lund (@cintialund) ambasciatrice della ditta di sartoria García Madridalla cui presentazione ha assistito vestita con un abito grigio con spalline marcate.

Con uno stile anni Settanta, Lund ha anche recitato nella “prima fila” di Agatha Ruiz de la Prada, sfilata per la quale ha optato per un caftano a fantasia colorata. “Mi sono sentito e l’ho portato nel mio campo”, dice Lund a proposito delle presentazioni, spiegando di conoscere entrambe le aziende da molto tempo, il che facilita queste collaborazioni.

Una volta all’interno della parata, ci sono diversi modi per generare contenuti e dargli copertura. “Pre parata, durante e post”, spiega Asempe, che ha scelto il primo e l’ultimo. “Mostri come ti prepari, piccole parti del costume e, una volta terminato l’evento, carichi i contenuti. Nel mio caso, foto vestite con i capi”, spiega.

Vedi anche:  Come asciugare i panni all'interno della casa senza temere l'umidità?

Il “durante” si può fare in vari modi, oppure caricando foto e video della sfilata, come si è fatto in questi giorni l’influencer Mikel Fajardo (@mikelfajardo) la sfilata di Andrés Sardaoppure effettuando un takeover, in cui l’azienda cede il proprio account Instagram all’influencer, che racconta la sfilata e genera contenuti dal profilo ufficiale.

Le settimane della moda diventano anche un modo per rafforzare le collaborazioni esistenti con altri marchi. “Attraverso la moda possono incontrarti per future collaborazioni, perché è ancora un’azienda esprimersi”, dice. Daniela Estévez (@danielasirena) durante la parata del Pilar Dalbat.

È così che Alis Guijarro (@alisguijarro) ha partecipato alla parata di Hannibal Laguna con una giacca di María de la Orden che immortala il momento in una foto, e Teresa Seco (@teresaseco) ha fatto lo stesso con l’azienda di cosmetici L’Oreal, così come ha fatto Jedet (@jedet) con Yves Saint Laurentil cui trucco indossò per assistere alla sfilata di Sarda.

Articolo precedenteInformazioni sul live streaming di Brighton vs. Liverpool, canale TV: come guardare la Premier League in TV, streaming online
Articolo successivoPronostici Juventus-Sampdoria, pronostici, come guardare, live streaming: 12 marzo 2022 Pronostici Serie A italiana