Home Economia Inditex aumenta i prezzi del 2% in Spagna e del 5% nel...

Inditex aumenta i prezzi del 2% in Spagna e del 5% nel mondo a causa dell’inflazione

46
0

Il nuovo amministratore delegato di Inditex, Oscar Garcia Maceiras, ha commentato che, al fine di mitigare l’impatto dell’inflazione, aumenteranno i prezzi dei loro prodotti in modo “selettivo”. Il manager ha aggiunto che “in alcuni mercati in cui i prezzi sono aumentati, apportiamo aggiustamenti selettivi ad alcuni prodotti per proteggere i margini“. Su Spagna e Portogalloha indicato che “l’aumento dei prezzi è di circa il 2%“. A livello globale, l’aumento dei prezzi sarà 5%.

In merito alla sospensione delle attività in Russia, García Macieras ha evidenziato che “l’impatto finanziario della chiusura di negozi in Russia non è significativo. L’obiettivo fondamentale è il nostro personale con il quale siamo in contatto permanente. E noi vogliamo riprendere le operazioni non appena le circostanze lo consentiranno. Stiamo monitorando la situazione e in questo momento non possiamo speculare sul potenziale impatto”.

Vedi anche:  Le borse asiatiche lasciano i rialzi mentre monitorano Russia - Ucraina

Da parte sua, il presidente di Inditex, Paolo Isolache presto lascerà l’azienda per essere sostituito da Marta Ortegaha aggiunto che “Russia e Ucraina hanno rappresentato il 5% dell’aumento delle vendite che abbiamo registrato all’inizio del trimestre, quindi siamo stati trasparenti sull’impatto”.

DETERIORAMENTO DEI PROSPETTI

Gli esperti di banchiere loro hanno ha ridotto il suo consiglio a “neutrale” da “acquista” perché “i risultati non soddisfano le aspettative” e c’è stato anche un “prospettive di deterioramento“.

Secondo la sua valutazione, il modello Inditex “mostra resilienza, con una forte generazione di cassa, ma le prospettive per il 2022 si fanno più complicate sul lato reddituale con la sospensione delle attività in Russiafocolai di Covid-19 in Cina e il deterioramento della fiducia dei consumatori in Europain un contesto di incertezza militare e aumento dei prezzi dell’energia e di altri prodotti di base”.

Vedi anche:  Semiconductor SOX scende del 14% dai massimi e si avvicina a supporti interessanti

Inoltre, fanno notare che i margini ricevono “pressione dei costi di trasporto e delle materie prime, che ostacolano l’obiettivo di un Margine Lordo del 57,5%“. Lo sottolineano anche Russia, Ucraina e Bielorussia rappresentano l’8,5% dell’EBIT del gruppo e quello Cina, Hong Kong, Macao e Taiwan rappresentano il 5,7% del totale.

Articolo precedenteCi sono segnali che il consolidamento del bitcoin stia volgendo al termine?
Articolo successivoAl di sopra dei massimi annuali, Iberdrola confermerebbe un doppio pavimento manuale