Home Economia Incoraggiati gli Ibex 35 e l’Europa: le banche festeggiano un possibile rialzo...

Incoraggiati gli Ibex 35 e l’Europa: le banche festeggiano un possibile rialzo dei tassi da parte della BCE

60
0

L’Ibex 35 e il resto dei mercati azionari europei sono in rialzo in questo momento (Ibex: +0,9%, 8.848 punti; Cac: +1,2%; Dax: +0,70%) grazie alla spinta del settore bancarioche festeggia un possibile rialzo dei tassi da parte della Banca Centrale Europea (BCE) alla riunione di luglio. Bankinter (che oggi ha presentato i risultati), Sabadell e BBVA sono tra i titoli che apprezzano di più nel selettivo spagnolo. Il settore bancario europeo cresce dell’1%.

Il vicepresidente della BCE, Luis de Guindosha affermato che la banca centrale dovrebbe essere in grado di eliminare gradualmente gli acquisti di attività a luglio aprire la strada a un aumento dei tassi di interesse già in quel mese. Tuttavia, lo ha specificato Dipenderà dai dati visti a giugno e che, oggi, luglio è possibile e settembre o anche più tardi. Martin Kazaks, un membro del Consiglio direttivo della Lettonia della BCE, ha detto qualcosa di simile mercoledì. Ricordati che Christine Lagarde parlerà questo pomeriggioquindi il suo aspetto sarà seguito con particolare attenzione.

“I commenti di Lagarde saranno esaminati attentamente dopo che ieri lo ha affermato il membro del Consiglio direttivo lettone è possibile un aumento del tasso a luglio e che le misure di inasprimento non devono attendere la prova della crescita salariale. Questi commenti contrastano con il tono della conferenza stampa di Lagarde all’inizio del mese”, ha affermato nel suo rapporto quotidiano Michael Hewson, direttore della ricerca presso CMC Markets a Londra.

Vedi anche:  Coca Cola guadagna 2.780 milioni nel primo trimestre e supera le previsioni

Nel pomeriggio parleranno anche il presidente della Federal Reserve (Fed), Jerome Powell, e il governatore della Bank of England, Andrew Bailey. I trader di sterline cercheranno indizi da Bailey in merito le intenzioni della banca centrale nella riunione di maggioin cui è previsto un qualche tipo di rialzo dei tassi, sebbene l’entità di qualsiasi movimento rimanga incerto, sia esso di 25 o 50 punti base.

“Gli operatori farebbero bene a essere prudenti per quanto riguarda i commenti che Bailey potrebbe fare, poiché la guida della Banca d’Inghilterra è stata affidabile come un vasetto di cioccolata in precedenti occasioni”, aggiunge Hewson ironicamente.

Per quanto riguarda la macro, è previsto il CPI finale della zona euro per marzo conferma un massimo storico del 7,5%. Il flash CPI di aprile sarà pubblicato alla fine della prossima settimana e potrebbe raggiungere l’8%.

Ricordiamo che Wall Street ha chiuso questo mercoledì con segno misto, con rialzi per il Dow, ma in calo per l’S&P e, soprattutto, per il Nasdaq. in mezzo al crash di Netflix. Ieri, dopo la chiusura, Tesla ha pubblicato i suoi conti, con un reddito di 18.756 milioni di dollari, al di sopra delle aspettative. L’azienda è cresciuta del 5% nel mercato ‘after hours’.

Vedi anche:  PharmaMar non è più quello che era: nuovo 'cortocircuito' nella tendenza al ribasso

Per il resto, il Libro Beige Fed pubblicato ieri pomeriggio riconosce che l’economia statunitense è cresciuta a un ritmo moderato da metà febbraio, ma anche quello le pressioni inflazionistiche restano elevate e che le aziende trasferiscono l’aumento dei costi sui consumatori.

LO IBEX CERCA LA RESISTENZA DEGLI 8.912

Lo stambecco ha preso questo mercoledì chiude sopra i massimi di giovedì scorso e torna positivo sull’anno. La squadra spagnola continua a guadagnare posizioni e ora cerca resistenza dal 8.912 punti.

Il superamento di questi prezzi rappresenterebbe un sostanziale miglioramento che potrebbe catapultare l’indice al livello di 9.200 punti. l’aspetto tecnico è buono e continuerà ad esserlo finché continuerà a essere scambiato sopra gli 8.400 punti”, afferma César Nuez, analista di Bolsamanía e capo di Trader Watch.

All’interno dello Stambecco, oltre al buon comportamento delle banche, il incrementi nel settore turistico, con in testa IAG, Aena e Amadeus. Sul lato negativo, i peggiori sono Acciona e REE.

ALTRI MERCATI

L’euro viene scambiato a 1,0906 dollari (+0,52%). Il petrolio è salito di oltre l’1,4%, con il Brent a $ 108,35 e il West Texas a $ 103,57.

Oro e argento sono scesi moderatamente rispettivamente a $ 1.953 e $ 25,10.

Bitcoin è in aumento dell’1% ($ 41.546) ed ethereum è in aumento dello 0,4% ($ 3.082).

Il rendimento dell’obbligazione statunitense a 10 anni è del 2,855%.

Articolo precedenteBankinter prevede che il rialzo dell’Euribor migliorerà i suoi risultati nei prossimi trimestri
Articolo successivoWall Street anticipa guadagni con Tesla e Jerome Powell sotto i riflettori