Home Economia Il prezzo del bitcoin rimane sotto pressione: Voyager Digital sospende i prelievi...

Il prezzo del bitcoin rimane sotto pressione: Voyager Digital sospende i prelievi di capitale

83
0

Il mercato delle criptovalute prosegue con l’outlook pessimistico con cui ha iniziato il secondo trimestre dell’anno e che è stato riportato al mese di luglio. Dopo i ribassi della scorsa settimana, che hanno visto il prezzo del bitcoin (BTC) soccombere alle pressioni di vendita e rendimento fino a $ 18.700Secondo i dati di CoinMarketCap, la valuta digitale è detenuta a 19.000 dollari, appesantita dalle cattive notizie dal settore, con altre società di prestito di criptovalute e fondi sull’orlo del baratro. Specifico, Voyager Digital ha sospeso prelievi, scambi e depositi sulla sua piattaformaa causa delle difficili condizioni di mercato.

La società ha annunciato che sta esplorando alternative strategiche per preservare il valore della sua piattaforma. La mossa arriva pochi giorni dopo che la società ha emesso un avviso di default sull’hedge fund assediato Three Arrows Capital (3AC) per non aver effettuato i pagamenti richiesti su un prestito. La società sta cercando protezione dai creditori negli Stati Uniti ai sensi del capitolo 15 del codice fallimentare statunitense, che consente ai debitori esteri di proteggere i propri beni nel paese.

Vedi anche:  Ufficio analisi tecniche: Acerinox, Solaria, Faes, Fluidra, Oryzon, Técnicas, BMW e Rivian

Questo caso si aggiunge a un elenco di società legate a criptovalute che sono già fallite o stanno per farlo. Il filo conduttore di questa storia risale a maggio, quando la stablecoin algoritmica terraUSD e la sua moneta gemella LUNA si sono schiantate e hanno perso $ 40 miliardi di valore. Ciò ha inviato riverberi in tutto lo spazio crittografico e ha reso insormontabili alcune società, come Three Arrows Capital, che aveva esposizione a LUNA.

Giovedì scorso, questo fondo ha visto l’ultimo chiodo conficcato nella sua bara quando giovedì un tribunale delle Isole Vergini britanniche ne ha ordinato la liquidazione dopo essere inadempiente sui prestiti. L’hedge fund di criptovaluta non è riuscito a pagare il suo prestito di 15.250 BTC e 350 milioni di USDC da Voyager Digital. 3AC ha anche preso in prestito circa 80 milioni di dollari dal prestatore BlockFi e le sue posizioni sono state liquidate dopo non aver soddisfatto le richieste di margine.

Vedi anche:  La CNMV autorizza un nuovo sistema multilaterale di negoziazione: Portfolio SE

Ma non sono state tutte cattive notizie per le risorse digitali. Il Unione Europea (UE) ha approvato la legislazione la scorsa settimana a regolamentare asset e servizi crittografici nelle sue 27 nazioni. Le politiche richiedono agli emittenti di criptovalute di registrarsi presso le autorità e pubblicare white paper, ovvero documenti che descrivono in dettaglio la tecnologia e lo scopo dei progetti. La nuova legge, soprannominata Mercados de Cryptoassets (MiCA), garantisce anche che gli scambi detengano riserve di stablecoin per prevenire prelievi massicci.

Sebbene il settore soffra di normative e conformità, le nuove regole potrebbero fornire la sicurezza e la fiducia tanto necessarie.

Articolo precedenteMaterie prime agricole, un valore sicuro per WisdomTree
Articolo successivoSegno misto per l’Asia all’inizio di una settimana delle banche centrali