Home Sport Il portiere del Chelsea Mendy merita la fiducia di Tuchel, ma è...

Il portiere del Chelsea Mendy merita la fiducia di Tuchel, ma è ingiusto scegliere Kepa come capro espiatorio della finale di Coppa di Lega

79
0

LONDRA — È stato l’unico modo giusto per concludere la folle finale della Coppa EFL di domenica. Kepa Arrizabalaga ha completamente valutato male l’arco del suo tiro alla redenzione, un altro rigore del Chelsea in cui è stato il protagonista principale finendo con una medaglia di secondo posto.

Tre anni prima si era rifiutato di uscire dal campo perché Maurizio Sarri lo aveva supplicato di lasciare il posto a Willy Caballero. Ora, incombeva sul concorso per un motivo diverso. Thomas Tuchel aveva lasciato intendere che lo spagnolo, che aveva già parato quattro rigori in questa stagione – e nel frattempo ha aiutato a portare il Chelsea a Wembley – potrebbe essere convocato per i rigori.

Lì si è seduto nella seconda metà dei tempi supplementari, il quinto sostituto di Cechov. Una finale di Coppa di Lega così drammatica non poteva finire senza che il valore narrativo di Kepa fosse sfruttato appieno.

Che è stato quando ha posto fine a una serie di 21 rigori convertiti, infiammando i tifosi del Liverpool. I loro razzi sono stati accesi quasi non appena la palla ha lasciato lo stivale di Kepa. Questa volta non avevano agito con indebita fretta.

Per un po’, questo magnifico gioco sembrava destinato a non finire mai. I bagliori erano esplosi per la prima volta al 67 ‘dopo che Joel Matip aveva convertito una punizione sapientemente presa dalla fascia destra, Sadio Mane si era staccato sul secondo palo per lanciare un tiro di Trent Alexander-Arnold nel mixer. Il giubilo è stato rapidamente interrotto quando Stuart Attwell è stato incaricato di controllare il monitor VAR, dove ha concluso che il blocco di Reece James di Virgil van Dijk era stato troppo robusto.

Il Chelsea potrebbe aver ringraziato il VAR in quel momento. Al fischio finale, avrebbero maledetto il suo intervento. Per due volte Kai Havertz ha pensato di aver ancora una volta trionfa per Tuchel in una finale. Nel frattempo, il sostituto Romelu Lukaku si è ritrovato in fuorigioco per una frazione di ascella, uno dei suoi migliori piazzamenti da quando è tornato in Premier League cancellato dai libri di storia.

Vedi anche:  Arnaut Danjuma del Villarreal in vista della partita di Champions League: "Possiamo gestire gli affari con chiunque"

Quegli obiettivi fantasma non hanno soddisfatto l’appetito di questo gioco per il dramma. Cancellali dalla memoria ed è ancora sconcertante come questa partita sia finita 0-0. Già al terzo minuto, Christian Pulisic stava rifiutando un’occasione da sogno, colpendo il cross di Kai Havertz dritto su Caoimhin Kelleher. Da qualche altra parte ed era 1-0. Due volte dopo che Mason Mount ha perso occasioni non meno invitanti.

Nel frattempo, dall’altra parte, Edouard Mendy teneva a bada il Liverpool, non necessariamente da solo – Thiago Silva, N’Golo Kante e Mateo Kovacic erano tutti eccellenti davanti a lui – ma sospetti che gli fosse stato richiesto di fallo, potrebbe benissimo averlo fatto. Quando avrebbe potuto spingere ulteriormente il tiro di Naby Keita verso la salvezza, è stato abbastanza veloce da negare a Sadio Mane sul rimbalzo. È stato magnifico. La sua parata tentacolare di Virgil van Dijk nei minuti di recupero dei tempi regolamentari è stata ancora migliore. Non per niente ha ottenuto il voto di questa colonna come migliore in campo.

Aveva la mano calda. Tuchel avrebbe dovuto fidarsi di quello.

“Nessuna colpa ovviamente”, ha detto l’allenatore del Chelsea dopo la partita. “Abbiamo preso la decisione come abbiamo fatto l’ultima volta ai calci di rigore perché Kepa si allena ogni giorno con i giocatori ai rigori sul campo di allenamento. Tutti sanno quanto sia difficile segnare contro.

“Purtroppo non è riuscito a salvarne nessuno. I rigori sono stati brillantemente presi.

“Prendo le decisioni quando prendo le decisioni. Non posso riconsiderare le mie decisioni quando so quale sarà il risultato. Non sappiamo tutti cosa sarebbe successo se Edu fosse rimasto in campo.

“Nessuna colpa a lui. Incolpa me. Sono il ragazzo che prende le decisioni. A volte funzionano, a volte no.”

Vedi anche:  Asporto Champions League: Man United fortunato a pareggiare l'Atletico Madrid; Haller dell'Ajax compensa l'autogol

Kepa è stato impavido, la sua incapacità di negare al Liverpool tanto la potenza e la precisione con cui la squadra di Klopp ha colpito la palla da 12 yarde. Il portiere sostituto potrebbe fare un passo alla sua sinistra, innescando Van Dijk per colpirlo in quella direzione, e comunque non avvicinarsi alla palla. Se ci avesse messo un dito sopra, avrebbe potuto trovare anche quella cifra che volava nella parte posteriore della rete.

Forse sarebbe ingiusto scegliere Kepa, il manager che lo ha portato o chiunque altro da questo meraviglioso pezzo. Il suo eroe, tuttavia, era chiaro. Kelleher ha eliminato il suo rigore vincente con l’aplomb di un attaccante. Klopp aveva seguito il suo cuore scegliendo il giovane irlandese al posto del veterano brasiliano Alisson, uno dei migliori portieri del mondo. Sembrava ancora più felice che avesse dato i suoi frutti.

“Anche nel calcio professionistico dovrebbe esserci spazio per un po’ di sentimento”, ha detto l’allenatore del Liverpool. “Caoimhin Kelleher è un ragazzino, gioca in tutte le competizioni, cosa faccio? Io sono due cose: un manager professionista e un essere umano. E l’essere umano ha vinto. Se lo merita.

“Al centro di allenamento abbiamo un muro su cui stanno tutti i portieri che hanno vinto qualcosa e Caoimhin può andarci – è così che dovrebbe essere – assolutamente fantastico”. Non mancheranno di certo le foto di Kelleher da appendere alle pareti. Mentre i giocatori del Liverpool si spostavano per festeggiare con i loro fan in viaggio, Jordan Henderson ha incaricato il 23enne di rimanere di fronte ai fotografi, per bere nel momento in cui era una star.

È un riflesso efficace di ciò che rende questa squadra di Liverpool così vincente come qualsiasi altra. Rinfrescante ego libero, questa squadra che vive per il successo degli altri. Sono degni vincitori di un gioco così fantastico.

Articolo precedenteIl grafico bitcoin si schiarisce: solo sopra i 46.000$ avremo una cifra indietro
Articolo successivoMeliá riduce le sue perdite del 67,6% nel 2021, a 192,9 milioni di euro