Home Economia Il petrolio raggiunge livelli che non si vedevano dal 2014 a causa...

Il petrolio raggiunge livelli che non si vedevano dal 2014 a causa degli attacchi russi all’Ucraina

62
0

Il Petrolio vola questo martedì sui timori che gli attacchi russi all’Ucraina peseranno sulla fornitura di barili, aumentando ulteriormente la pressione sulla domanda. Ecco perché il suo prezzo è aumentato di oltre il 10%. In questi momenti, il Il Brent supera i 105$ e il West Texas Intermediate (WTI) vicino a 104 dollari.

Queste cifre rappresentano un massimo di 7 anni per il greggio di riferimento negli Stati Uniti, dopo aver toccato $ 106,78 per tutta la giornata, mentre il Brent ha raggiunto il livello più alto da luglio 2014, raggiungendo $ 106,78, $ 107,57.

Tutto ciò si verifica mentre il L’Agenzia internazionale per l’energia ha accettato di rilasciare 60 milioni di barili di petrolio dalle riserve mondiali. “La situazione dei mercati energetici è molto grave e richiede la nostra piena attenzione”, ha dichiarato Fatih Birol, CEO. Ciò rappresenta il 4% delle riserve di emergenza che i paesi hanno.

Vedi anche:  AmRest torna in profitto nel primo trimestre 2022: guadagna 900.000 euro

“Questo dovrebbe alleviare la pressione positiva per un po’ di tempo, ma non risolverà il problema della forte dipendenza dal petrolio. Ancor meno, poiché l’OPEC ha confermato il suo impegno per l’accordo OPEC+ con la Russia e la produzione di petrolio non dovrebbe aumentare nonostante l’aggravarsi della crisi energetica”, afferma Ipek Ozkardeskaya di Swissquote.

Mentre in Ucraina, il Il ministero della Difesa russo ha avvertito che attaccherà punti strategici a Kiev e ha esortato i cittadini a lasciare la città. Allo stesso tempo, è noto che i rappresentanti di Ucraina e Russia si siederanno per negoziare in un secondo round questo mercoledì.

Articolo precedenteS&P mantiene il “rating” di Siemens Gamesa ma cambia la sua prospettiva in “negativa”
Articolo successivoWall Street chiude in forte calo con il focus su Ucraina e Fed