Home Economia Il petrolio continua a salire dopo le sanzioni alla Russia e l’attacco...

Il petrolio continua a salire dopo le sanzioni alla Russia e l’attacco informatico all’Ucraina

92
0

L’olio Continua così mentre le tensioni in Ucraina continuano a salire. Da un lato, entrambi Gli Stati Uniti e l’UE hanno annunciato le sanzioni alla Russia dopo che il Cremlino ha riconosciuto l’indipendenza delle repubbliche popolari di Lugansk e Donetsk, mentre Kiev ha segnalato un massiccio attacco informatico che ha colpito i siti web del governo e alcune banche.

L ‘”oro nero” è scambiato in rialzo questo mercoledì, con il Il West Texas Intermediate ha raggiunto $ 92,11 e la botte di Brent a $ 96,95.

La tensione in Ucraina continua ad aumentare. Le ultime notizie provenienti da Kiev riguardano a attacco informatico che ha colpito diversi siti web governativi e banche del Paese, come riportato da Mykhailo FedorovMinistro della Trasformazione Digitale sul suo canale ufficiale Telegram.

“Intorno alle 16:00 ha iniziato un altro massiccio attacco DDoS al nostro stato. Abbiamo dati rilevanti da diverse banche e ci sono anche problemi con l’accesso ai siti web della Verkhovna Rada (già operativa), del Gabinetto dei ministri e del Ministero degli Affari esteri”, si legge nella lettera.

Vedi anche:  Il target diminuisce dopo la pubblicazione dei risultati e l'avviso di "costi elevati"

Allo stesso tempo, il governo del paese ha implementato il stato di emergenza e ha permesso ai cittadini di portare armi. Tutto questo dopo le sanzioni annunciate dalla Casa Bianca e dal Unione Europea verso la Russia dopo il riconoscimento dell’indipendenza di Lugansk e Donetsk.

“Ulteriori sanzioni sono attese nei prossimi giorni, ma le misure che sono state annunciate finora non sono così forti come si temeva“, Commenti Ipek Ozkardeskaya di Swissquote. “L’umore dei mercati non è allegro, ma sanzioni più facili del temuto aiutano a risollevare il morale. La propensione al rischio è ovviamente limitata, tranne che in alcuni asset chiave come petrolio e materie prime, cugini”, aggiunge.

“Di seguito, gli investitori devono capire che la pressione dell’offerta rimane il problema più grande di fronte ai mercati, mentre la domanda di greggio continua ad aumentare mentre le economie continuano ad espandersi”, afferma Naem Aslam di AvaTrade.

Vedi anche:  Se sbattono le palpebre lo perdono: Tesla punta direttamente ai massimi storici

Articolo precedenteBenfica vs. Ajax quote, scelte, come guardare, live streaming: scommesse UEFA Champions League per il 23 febbraio 2022
Articolo successivoLiverpool vs Leeds United: come guardare, programma, informazioni in diretta streaming, tempo di gioco, canale TV