Home Economia Il Nasdaq non si arrende e si aggrappa ai minimi di febbraio...

Il Nasdaq non si arrende e si aggrappa ai minimi di febbraio come ‘un chiodo ardente’

58
0

Con l’attuale volatilità tutto è possibile e quindi non possiamo lanciare le campane al volo così presto. Al momento tiene il supporto che la tecnologia presenta ai minimi di febbraio.

Analisi tecnica
VALORI DI IPERVENDUTO
VALORI DI IPERVENDUTO
S1
13000
S2
12200
R1
14342
R2
15140

Breve termine

Medio termine

Lungo termine

Il Nasdaq 100 ha supporto ai minimi di febbraio (13.065) e questo lunedì ha chiuso a 13.046 punti dopo aver segnato un minimo intraday a 13.020. E chiudere 20 punti al di sotto del supporto (questo è lo 0,15% al ​​di sotto del supporto) non significa rompere il supporto. Hai bisogno di più filtri di così. In ogni caso e d’ora in poi, dopo il piccolo ritardo di questo lunedì, diamo un’occhiata ai 13.000 punti in numeri tondi come supporto per rispettare sì o sì.

Vedi anche:  Il Regno Unito blocca gli asset di Sberbank, la più grande banca russa

In assenza della chiusura della candela questo martedì, il ‘sentimento’ è buono e sembra che questo potrebbe tentare di mettere terra nel mezzo rispetto a quei 13.000 punti come zona di controllo (supporto). Nonostante Ci servirà a poco se finirà per rifiutare al primo cambio. La prossima resistenza che abbiamo è nell’ambiente della linea guida ribassista di breve termine, quella che unisce i massimi decrescenti dall’inizio dell’anno e che passa per circa 13.870 punti.

Tuttavia, la resistenza più rilevante in questo momento è in i massimi di inizio marzo: 14.342 punti. Una chiusura allentata sopra, e se è nelle candele settimanali meglio che meglio, attiverebbe una cifra promettente di double bottom con un obiettivo di aumento (minimo teorico) vicino a 15.500 punti. Ma in questo momento non abbiamo nulla, solo un tentativo di allontanarci dalla zona di pericolo dei 13.000 punti.

ndx150322
Grafico giornaliero Nasdaq 100 da aprile
Articolo precedenteIntel flirta pericolosamente con la base di lato degli ultimi quattro anni
Articolo successivoMediaset lancia un’OPA volontaria sul 44,31% di Mediaset España che non controlla