Home Salute Il Moisès Broggi, nuovo ‘ospedale universitario’ dell’Università di Barcellona

Il Moisès Broggi, nuovo ‘ospedale universitario’ dell’Università di Barcellona

61
0

Il Complesso Ospedaliero Moisès Broggi ha acquisito la qualifica di ospedale universitario del Università di Barcellona (UB)attraverso il riconoscimento del Dipartimento di Ricerca e Universitats de la Generalitat de Catalunya.

Questo accreditamento è un sigillo di qualitàpoiché ottenerlo compromette il soddisfacimento di tutta una serie di requisiti per optare per l’eccellenza, come avere un’infrastruttura adeguata per lo sviluppo dell’insegnamento e della ricerca o un numero minimo di professori e medici, ha spiegato questo venerdì il centro è una dichiarazione.

Attualmente il Complesso Ospedaliero conta 38 figure professionali assegnate con contratto di Professore Associato dal Università di Barcellona e un professore a tempo indeterminato (professore associato) che è il dott. Pietro Armadiodirettore di Insegnamento del Consorzio Sanitario Integrale (CSI).

Per quanto riguarda i medici, il Complesso Ospedaliero Moisès Broggi conta 67 professionisti con tesi di dottorato e 12 dottorandi (progetti di tesi in corso).

Vedi anche:  Il cambiamento climatico può aggravare oltre il 50% delle malattie infettive

“Con questo accreditamento abbiamo dato a salto di qualità molto importante perché siamo passati dall’essere ospedale collaborativo con l’università, all’essere ospedale universitario, cioè all’essere parte della struttura universitariariconoscimento che pochissimi centri hanno”, ha evidenziato Closet.

530 studenti UB

Al momento, presso il Complesso Ospedaliero Moisès Broggi, più di 530 studenti UB ogni corso: 322 di Medicina, 171 di Infermieristica e più di 30 di altre facoltà come Psicologia, Farmacia e Nutrizione, Servizio Sociale e Neurolinguistica.

Il Complesso Ospedaliero Moisès Broggi (formato dall’Ospedale Sant Joan Despí, l’Ospedale Generale di L’Hospitalet de Llobregat e l’Azienda Ospedaliera Sociale di L’ospedale) funziona come un centro unico e fa capo al CSI, ente pubblico a maggioranza partecipata dal Servizio sanitario catalanoi comuni di Sant Joan Despí e L’Hospitalet, il Consiglio Regionale del Baix Llobregat e la Croce Rossa.

Vedi anche:  Quante sono le malattie rare?

Leggi tutte le notizie su L’Hospitalet de Llobregat in IL GIORNALE L’Hospitalet

Articolo precedenteil prodotto di punta per porre fine allo sfregamento delle cosce
Articolo successivoMercadona irrita i suoi clienti con questo cambio di regole