Home Economia Il governo, disposto a negoziare la riduzione delle tasse sulla benzina

Il governo, disposto a negoziare la riduzione delle tasse sulla benzina

79
0

Il governo spagnolo è disposto a farlo rivedere la tassazione di alcuni dei settori più colpiti dall’inflazione, come quello dei carburanti. Lo ha avanzato lunedì María Jesús Montero, ministro delle Finanze, davanti ai giornalisti al Senato.

“Non voglio anticipare nessun provvedimento senza concordare con i settori e le formazioni politiche che devono accompagnare il Governo”, ha affermato alla Camera Alta, pur confermando la volontà dell’Esecutivo di “revisione fiscale” dei prodotti più colpiti dall’inflazione alla domanda sul prezzo del carburante.

Nelle ultime ore, diverse voci intorno all’Esecutivo di Pedro Sánchez hanno anticipato misure che vanno sulla stessa linea. È il caso del Portavoce del Governo e Ministro delle Politiche Territoriali, Elisabetta Rodriguezche in un’intervista a “RNE” ha annunciato che stanno studiando l’estensione della riduzione delle tasse a tutti i settori interessati, al di là dell’energia.

Vedi anche:  Le vendite prevalgono su Wall Street, che interrompe il suo rimbalzo a breve termine

Ciò che vuole questo governo è che le misure siano adottate a livello europeo“, ha sottolineato, esaltando il ruolo di Sánchez sia a livello di Unione Europea che a livello nazionale per “guidare il cambiamento normativo”.

Queste misure erano già state rivendicate da alcuni presidenti regionali alla conferenza dei presidenti di domenica. Tra loro, Alberto Nunez Feijooleader dell’Esecutivo galiziano, ha assicurato che “i cittadini non capiscono che si chiede loro di abbassare il riscaldamento e che non si abbassano le tasse su gas, elettricità e idrocarburi”.

L’aumento dei prezzi della benzina e del diesel nelle ultime settimane ha raggiunto livelli che non si vedevano da molto tempo. Infatti, in alcune stazioni di servizio abbiamo già visto il carburante di 95 ottani a più di 2 euro al litro.

Vedi anche:  "Bitcoin è stato scambiato come un asset rischioso per sei mesi", avverte BofA

Al momento, gli idrocarburi ne supportano alcuni aliquote fiscali elevateche portano al 47% delle tasse pagate per la benzina, mentre per il diesel questa percentuale scende al 43%.

Di fronte a questo scenario, il Governo ha voluto rassicurare la popolazione difendendola è garantita la fornitura di gas e carburante. In questo senso, Rodríguez ha esortato l’Europa a guidare gli acquisti centralizzati, un ritmo più rapido nella diffusione delle energie rinnovabili o migliorare i collegamenti del gas che la Spagna ha ora.

“Ora, di fronte anche all’emergenza energetica, conseguenza delle azioni della Russia e la dipendenza che alcuni mercati europei hanno da questo Paese, questa posizione del presidente diventa più rilevante“, il portavoce del ministro ha esposto per evidenziare il tour di Sánchez con i leader europei per affrontare questo problema.

Articolo precedenteRobot aspirapolvere Dreame Bot W10 con straccio e autopulente
Articolo successivoUEFA Champions League: Brian Brobbey torna con l’Ajax e determinato a vincere contro il Benfica