Home Salute Il fumo è diminuito del 13% durante la pandemia di covid

Il fumo è diminuito del 13% durante la pandemia di covid

95
0

l’abitudine di il fumo è stato ridotto del 13% nel mondo all’inizio della pandemia, una tendenza che l’Agenzia internazionale per la ricerca sul cancro (IARC) considera essere devi approfittarne rafforzare le misure volte ad abbandonare i consumi particolarmente dannosi per la salute.

La IARC raccoglie martedì in una dichiarazione uno studio del Daffodil Center, un consorzio tra l’Università di Sydney e il Cancer Council NSW dell’Australia, che confronta la percentuale di fumatori nella prima fase della pandemia nel 2020 con gli anni precedenti.

La ricerca si basa sulla revisione di 31 articoli scientifici con informazioni sul comportamento dei fumatori sulla base della testimonianza di 269.164 partecipanti provenienti da 24 paesi.

Cambiamento di comportamento

“La pandemia covid ha avuto un profondo impatto sulla salute mentale e fisica degli individui e questo può portare a sostanziali cambiamenti comportamentali che, se non affrontati in anticipo, avranno conseguenze sulla salute a lungo termine”, ha affermato l’autore principale dello studio Peter Sarich.

Lo studio non ha individuato elementi sufficienti per valutare i comportamenti dei fumatori per sottogruppi di popolazione (ad esempio in base al livello socioeconomico) che potrebbero fornire indizi sulla strategie di prevenzione più adeguate. Pertanto, l’agenzia delle Nazioni Unite insiste sul fatto che questo dovrebbe essere un punto di interesse per le indagini in corso e future.

“Si tratta di consentire a coloro che hanno ridotto o smesso di fumare durante la pandemia mantenere quei cambiamenti di comportamento positivi e prendendo di mira coloro che hanno aumentato il consumo di tabacco per garantire che il covid non esacerba la pandemia del tabacco”, ha aggiunto Soerjomataram.

La IARC ricorda che il consumo di tabacco rimane la principale causa di morte prematura nel mondo e che nel 2019 è stata responsabile di 8,71 milioni di morti, il 15,4% del totale, in gran parte dovute a malattie come il cancro.

Articolo precedenteQuesti sono i nomi di cani più popolari al mondo
Articolo successivoCome si può far andare via immediatamente un gatto?