Home Economia Il fondo sovrano norvegese perde oltre 68.000 milioni di euro fino a...

Il fondo sovrano norvegese perde oltre 68.000 milioni di euro fino a marzo

48
0

Il Fondo pensione globale del governo norvegeseil più grande fondo sovrano del mondo, ha annunciato di aver registrato un rendimento negativo di 4,9 punti nel primo trimestre del 2022 per perdite di 653.000 milioni di corone norvegesi (oltre 68.000 milioni di euro al cambio).

Secondo Trond Grandevicedirettore generale di Gestione degli investimenti della banca Norges (NBIM)questa situazione è dovuta al “turbolenza geopolitica, che ha colpito anche i mercati”. “I rendimenti sono rimasti negativi sia per le azioni che per il reddito fisso, ma positivi per gli immobili non quotati”, osserva Grande; specifica, il ritorno sugli investimenti azionari è stato del -5,2%, mentre il reddito fisso è stato del -4,8% e gli immobili non quotati hanno restituito il 4,1%.

Allo stesso modo, NBIM osserva che la performance del fondo è stata “0,66 punti percentuali, o 82 miliardi di corone (più di 8,5 miliardi di euro), più forte della performance dell’indice di riferimento”.

Vedi anche:  Wall Street prevede ulteriori ribassi e offre segnali allarmanti dall'analisi tecnica

Altrove, la corona norvegese si è rafforzata rispetto a diverse valute principali nel corso del trimestre. Il i movimenti valutari hanno contribuito a un calo del valore del fondo di 171.000 milioni di corone (oltre 17.800 milioni di euro). Inoltre, nel primo trimestre, gli afflussi nel fondo sono stati pari a 141 miliardi di corone (oltre 14,6 miliardi di euro).

“Il fondo aveva un valore di 11.657 miliardi di corone svedesi al 31 marzo 2022. Il 70,9% del fondo era investito in azioni, il 26,3% in reddito fisso, il 2,7% in immobili quotati e lo 0,1% in infrastrutture di energia rinnovabile non quotate” , afferma la dichiarazione NBIM.

Articolo precedenteMikel Arteta lascia i festeggiamenti ai giocatori di Bukayo Saka e dell’Arsenal, che mostrano spirito combattivo in un gioco imperdibile
Articolo successivoManchester United: Erik ten Hag ufficialmente nominato nuovo allenatore con contratto fino al 2025