Home Economia Il dollaro rimbalza dopo i ribassi della Fed nei confronti di un...

Il dollaro rimbalza dopo i ribassi della Fed nei confronti di un euro “estremamente ribassista”.

52
0

Com’era prevedibile, il dollaro è caduto dopo la Federal Reserve americana ha alzato i tassi dello 0,50%, come previsto, rilevando aumenti simili nei prossimi due incontri. Con la minaccia di un aumento dello 0,75% fuori dal tavolo per ora, i mercati hanno avuto una scusa per tagliare le posizioni lunghe sul dollaro. Il “biglietto verde” è caduto su tutti i suoi rivali e l’indice del dollaro è precipitato dello 0,90% al livello di breakout di 102,50. Tuttavia, questo giovedì è rimbalzato a 103,5.

Da un punto di vista tecnico, “l’indice del dollaro dovrebbe tenere intorno a queste regioni e riprendere il suo trend rialzista”, afferma Jeffrey Halley, analista di Oanda. “Sembrano i movimenti osservati tra mercoledì e giovedì nei mercati valutari e azionari essere più reattivo al posizionamento rispetto a un cambiamento strutturale del sentiment”, aggiunge. “Tuttavia, dato quanto è cresciuto il dollaro, non escludo una correzione più profonda nella zona 101,00”.

Vedi anche:  L'opportunità di fare soldi con l'elevata volatilità del mercato, secondo Capital Group

Il euro/dollaro ha lasciato guadagni dello 0,90% dopo il FOMC, a 1,0620, prima di scendere a 1,0610 e continuare a lottare con la barriera di 1,06 dollari, che ha ceduto il passo a 1,0520 dollari. “L’aumento dell’euro è interamente dovuto al dollaro USA e non all’euro, e in quanto tale penso che il movimento al rialzo sia correttivo”, afferma Halley. “Le tariffe non stanno andando da nessuna parte in Europa e il proposto embargo petrolifero dall’Europa alla Russia ha riportato sotto i riflettori i rischi dell’Europa orientale”, aggiunge l’esperto che avverte che una rappresaglia attraverso il gas naturale da parte della Russia.

Il Il quadro tecnico euro/dollaro “rimane estremamente ribassista”anche senza i rischi esterni per la moneta unica”, avverte l’esperto di Oanda. Rimane ben al di sotto della sua rottura multidecennale a $ 1,0800, e solo una chiusura settimanale al di sopra di quel numero suggerirebbe che il trend ribassista per ora è finito, rally sopra $ 1,0700 rimarranno difficili da sostenere e i rischi tenderanno verso una ripresa al ribasso.

Vedi anche:  Il governo approva il salvataggio di Técnicas Reunidas per 340 milioni di euro

Anche la sterlina era prevista per un rally, ed è salita dell’1,10% durante la notte a $ 1,2635 dopo la Fed. Il rally è svanito rapidamente e il cavo (sterlina/dollaro) è caduto.

Le valute asiatiche sono aumentate durante la notte, guidate dalla rupia indiana a seguito dell’aumento non programmato dei tassi di interesse da parte della Reserve Bank of India mercoledì pomeriggio.

Articolo precedenteQuote Rangers vs. RB Leipzig, live streaming, come guardare: pronostico semifinale UEFA Europa League 2022 per il 5 maggio
Articolo successivoGoirigolzarri chiede che non ci siano normative a tutela delle aziende inefficienti