Home Economia Il debito non compra il TPI della Bce e i premi per...

Il debito non compra il TPI della Bce e i premi per il rischio salgono alle stelle, con l’Italia in testa

92
0

I premi di rischio dei paesi della zona euro sono ancora in rosso questo venerdì, dopo le vendite di giovedì sul mercato obbligazionario europeo, soprattutto nei paesi del sud Europa, con l’Italia in testa. Il il divario con l’obbligazione tedesca a 10 anni del paese transalpino è ancora di circa 240 punti, dopo essere balzato a 250 punti, secondo i dati di “Reuters”, mentre lo spread spagnolo è al massimo di un mese di 124,5 punti. Le cause di questo movimento sono chiare: la Banca centrale europea (BCE) e il galoppante crisi politica italiana.

Gli investitori avevano già iniziato a ridurre la loro esposizione al bond del Paese, che fino a poco tempo fa era pilotato da Mario Draghi dopo il annuncio delle sue dimissioni da primo ministro e indizione di elezioni incontri anticipati del presidente, Sergio Mattarella, che si terranno il 25 settembre. L’ironia non si perde nel fatto che lo stesso uomo che ha salvato la zona euro nel 2012 con il suo ‘qualunque cosa serva’ è ora colui che infligge il colpo di grazia ai paesi del blocco che stanno affrontando l’abisso della recessione, guerra e crisi energetica.

Ma le vendite sono state esacerbate dopo la decisione del La BCE aumenterà i tassi di interesse di 50 punti baseal suo primo rialzo dei tassi in 11 anni, e soprattutto come istituto emittente ha suscitato delusione con l’annuncio di un nuovo strumento per contenere le tensioni nel mercato del debito. Anche il premio per il rischio del Portogallo è al massimo in un mese, mentre quello di altri paesi come la Grecia o il Belgio va leggermente meglio, ma è al massimo in una settimana.

Vedi anche:  L'Ibex 35 rimbalza fortemente guidato da IAG, banche e Telefónica

La decisione di aumentare i tassi di interesse di 50 punti base è stata una sorpresa e “sembra sia stata presa con l’intenzione di convincere il mercato che il suo nuovo Strumento di protezione della trasmissione o TPI In breve, è stata una risposta credibile alle preoccupazioni sul rischio di frammentazione”, afferma Michael Hewson, capo della ricerca presso CMC Markets. “Se questa era l’intenzione, i mercati non l’hanno vista in questo modo”frase.

La BCE ha insistito sul fatto che lo strumento potrebbe essere utilizzato ex ante per affrontare “dinamiche di mercato ingiustificate e disordinate” e che il consiglio direttivo deciderà sull’ammissibilità di ciascun paese membro individualmente per l’applicazione della CPI.

Gli strumenti quattro criteri che ogni paese deve soddisfare: essere in linea con le regole di bilancio dell’UE, la sostenibilità di bilancio e del debito, deve presentare politiche macroeconomiche sane e sostenibili e deve garantire l’assenza di gravi squilibri macroeconomici.

Tra tutti i criteri del piano, la domanda è ovvia: “Quale di questi soddisfa l’Italia? E non è che la Spagna brilla in nessuno di loro”, domanda Víctor Alvargonzález, direttore della strategia di Nextep Finance. Aggiunge: “Ma il programma è stato creato per controllare i premi di rischio sia dell’Italia che della Spagna. È tutto un po’ strano.” L’esperto ritiene che il TPI “abbia tutta l’apparenza di essere un piano di stimolo monetario o un QE come tutti i precedenti. Con lo svantaggio che non è molto specifico in questioni importanti quanto la sua quantità.

Vedi anche:  Chiusura leggermente ribassista sull'Ibex dopo una giornata molto volatile

In ogni caso,”non c’è modo che l’Italia si attenga a tutto questo, che è un problema, e se così fosse non ci sarebbe motivo di utilizzare il TPI, perché il mercato avrebbe fiducia nella governance del Paese. Proprio perché il mercato ha una crisi di fiducia nella governance italiana, gli spread si stanno allargando”, afferma Hewson.

“I mercati si aspettavano un generoso programma di sostegno per paesi come l’Italia. ELa BCE ha presentato un programma con pochi dettagli e poca trasparenza dove non è chiaro se l’Italia potrebbe essere ammissibile come parte di tale programma. Invece di calmare i mercati, ha generato più incertezza”, critica da parte sua Pablo Duarte, analista senior del Flossbach von Storch Research Institute.

Questo lascia molte incognite, dice Hewson, tra cui “la misura in cui la BCE è legalmente limitata dalla chiave del capitale nella quantità di obbligazioni che può acquistareData l’attuale situazione politica in Italia, il mercato potrebbe mettere alla prova il coraggio della BCE quando si tratta della CPI, che a sua volta potrebbe portare a un ricorso legale nello stesso modo in cui la Corte costituzionale tedesca ha dovuto pronunciarsi sul precedente programma di acquisto di obbligazioni della BCE .

Articolo precedenteH&M si unisce al “boom” di Stranger Things e lancia una collezione ispirata alla serie
Articolo successivoBitcoin sale del 22% a luglio, la Fed le farà firmare il suo mese migliore da ottobre?