Home Economia Il debito degli Stati Uniti sembra ben supportato: il crollo tecnologico è...

Il debito degli Stati Uniti sembra ben supportato: il crollo tecnologico è finito?

89
0

Due sono stati i principali fronti che hanno affondato la tecnologia nelle ultime settimane. Il primo, e il più importante, è il calo dei titoli statunitensi (aumento dei rendimenti) a fronte dell’impennata dell’inflazione e, in secondo luogo, i dubbi su una possibile scontro militare tra Russia e Ucraina.

Analisi tecnica
CANALE ribassista
CANALE ribassista
S1
127
S2
125
R1
128.70
R2
129.50

Breve termine

Medio termine

Lungo termine

È troppo presto per cantare vittoria sulle prime nuvole temporalesche, perché l’inflazione è ancora fuori controllo e alla fine tutto dipenderà da quanto la Fed aumenterà i tassi nella sua riunione di marzo e in quelle successive. Ma almeno sembra che tale preoccupazione venga scontata dal mercato e digerita dal mercato. La seconda preoccupazione è lungi dall’essere risolta, dal momento che con la Russia non sai mai cosa può succedere. Ma è vero che ciò riguarda l’intero mercato nel suo insieme, senza eccezioni. Non ha nulla a che fare con l’emissione di obbligazioni, che colpisce più direttamente il settore tecnologico.

Vedi anche:  Lo Ibex chiude la seduta con timidi rialzi, ma accumula perdite dell'1% in settimana

Tecnicamente, quello che abbiamo è un canale discendente impeccabile nel futuro del debito statunitense a 10 anni. Questo sembra voler mantenere la base (supporto) del canale ribassista attraverso il quale il prezzo si è spostato dai massimi storici del peggior momento della pandemia di marzo 2020 a 140,75 punti. In teoria è tempo di rimbalzare, se non altro per correggere i significativi livelli di ipervenduto (giornaliero e settimanale) raggiunti nel recente calo. che senza dubbio dovrebbe servire a creare un pavimento nei mercati, guidati dalla tecnologia.

zn310122
Grafico giornaliero – 10 anni US TRY Note Futures continui
Articolo precedenteFrank Lampard all’Everton: l’ex manager del Chelsea subentra al Goodison Park nel ritorno della Premier League
Articolo successivoAnalisi video Dow Jones: ‘Hammer’ promettente a livelli di supporto chiave