Home Economia Il CNMV cercherà di evitare il “greenwashing” e monitorerà la pubblicità crittografica

Il CNMV cercherà di evitare il “greenwashing” e monitorerà la pubblicità crittografica

71
0

La lotta alle frodi finanziarie, un maggiore monitoraggio del rischio di ‘greenwashing’ o la supervisione della pubblicità di criptovalute sono alcuni degli obiettivi specifici da sviluppare nel corso di quest’anno che la National Securities Market Commission (CNMV) è stata fissata, secondo l’art Piano delle attività per il 2022in cui vengono mantenute le linee strategiche del 2021, aggiornandone alcune con nuove priorità.

Durante la presentazione del Piano, il presidente dell’organizzazione, Rodrigo Bonaventuraha evidenziato che “la CNMV vuole promuovere i mercati dei capitali come leva per una ripresa economica sostenibile e digitale, sempre con un controllo rigoroso come asse di azione e favorendo la lotta alle frodi finanziarie”.

Le quattro principali linee strategiche per il 2021 vengono mantenute e vengono apportati lievi aggiornamenti. Così, per quanto riguarda il controllo rigorososulla base della protezione degli investitori e di un maggiore utilizzo dei dati, la CNMV attribuirà particolare importanza alla garanzia dell’integrità del mercato, di un elevato livello di protezione degli investitori e del monitoraggio delle buone pratiche di marketingn, nonché un’enfasi speciale nel 2022 sulla prevenzione delle frodi finanziarie.

Riguardo a i mercati dei capitali aumentano come fonte di finanziamento per la ripresa economica, darà priorità alle misure per facilitare alle imprese la raccolta di risorse sui mercati e consentire l’accesso al capitale per le piccole e medie imprese, sia attraverso emissioni azionarie che a reddito fisso. Per tale motivo si analizzerà lo sviluppo di nuove formule per la raccolta di capitali e la semplificazione dei requisiti per l’ammissione alle negoziazioni.

Sulla facilitazione del ruolo del mercato azionario nella transizione verso a economia più sostenibile e inclusivagarantendo l’affidabilità delle informazioni all’investitore, si intensificheranno gli sforzi per disporre di un quadro normativo completo e comune, che consenta alle aziende e agli investitori di prendere decisioni informate ed evitare il rischio di “greenwashing” o sbiancamento ecologico.

Infine, per quanto riguarda la promozione dei progressi tecnologici applicati ai mercati mobiliari, prevenendone i rischi, l’agenzia promuoverà l’adozione di misure da parte delle infrastrutture di mercato e dei soggetti vigilati per innalzamento degli standard di sicurezza informatica, tra l’altro. Inoltre, nel 2022 verrà prestata particolare attenzione a pubblicità di criptovalute.

Vedi anche:  La SEC fa causa al "family office" Archegos per frode e manipolazione del mercato

47 OBIETTIVI SPECIFICI IN QUATTRO AREE DI AZIONE

Il primo è il miglioramento del funzionamento della CNMV. Nel 2022 continuerà a rafforzare la formazione del proprio personale. Prevede di promuovere la formazione del personale in quelle aree considerate strategiche per l’istituzione, come ad esempio innovazione, finanza sostenibile e rischiosì Incorporerà anche profili specifici di analisti di dati nel suo personale.

Nell’ambito della vigilanza sui mercati è prevista l’analisi della coerenza tra le informazioni contenute nel bilancio e quelle contenute nella dichiarazione delle informazioni non finanziarie, in merito agli effetti e ai rischi derivanti dal cambiamento climatico. Vigilanza sul rispetto delle linee guida del Autorità europea degli strumenti finanziari e dei mercati (ESMA) sugli obblighi di comunicazione dei dati di mercato, che hanno iniziato ad essere applicati dal 1° gennaio 2022 e procederanno all’adeguamento al nuovo regime di mercato primario in relazione all’ammissione alla negoziazione di titoli a reddito fisso. Si propone inoltre di effettuare la consultazione pubblica del codice di buone pratiche per gli investitori istituzionali.

La vigilanza sugli intermediari finanziari ne migliorerà le prestazioni. Per il 2022 prevede una modifica della circolare sul documento con i dati fondamentali (DFI) per l’investitore e il prospetto degli Istituti di investimento collettivo del risparmio (IIC); elaborazione di linee guida e procedure per la adeguamento delle società di investimento a capitale variabile (SICAV) al nuovo regime fiscale; analisi di nuove misure di intervento nelle operazioni con contratti finanziari per differenze (CFD); monitoraggio dell’attuazione delle normative ambientali, sociali e di governance (ESG): trasparenza e politiche di investimento degli IIC; primo piano di supervisione sistematizzato per esaminare il rispetto dei requisiti MiFID II sul trading algoritmico da parte dei membri dei mercati spagnoli; e recensioni orizzontali sul obbligo di informare i clienti sui costi di servizi e prodotti di investimento e sulle politiche e procedure dei gestori di fondi per la valutazione delle attività non quotate e illiquide.

Vedi anche:  Wall Street prevede cali con tensione geopolitica sull'Ucraina al culmine

PIANO CONTRO LA FRODE FINANZIARIA

In considerazione dell’aumento del numero di soggetti non autorizzati e di presunte frodi in ambito finanziario, la CNMV promuoverà azioni coordinate con altre amministrazioni per contribuire a contrastare questo fenomeno.

promuoverà la firma di Piano d’azione contro le frodi finanziarie (PAFF) o Protocollo generale di collaborazione con enti pubblici e privati ​​per migliorare la lotta alle frodi finanziarie. L’iniziativa mira a rilevare in anticipo possibili episodi di frode, limitarne la diffusione e consentire ai cittadini di evitare tali offerte. Verrà creato un database di entità non autorizzate e verranno promossi accordi con browser e social network per eliminare la pubblicità da entità non regolamentate e possibili frodi finanziarie.

Verranno inoltre realizzate diverse iniziative con l’obiettivo di avvicinare il mercato azionario alle società non quotate espansione che potrebbe richiedere capitali nei prossimi anni. Nel 2022 verranno analizzate le particolarità e le grandezze più rilevanti dell’IIC estero commercializzato in Spagna e si studieranno i possibili effetti della tassa sulle transazioni finanziarie.

Inoltre, il CNMV effettuerà la supervisione del rispetto della Circolare in merito alla pubblicità delle criptovalute presentate come oggetto di investimento. Allo stesso modo, sarà sviluppato un programma di educazione finanziaria nei Paesi Baschi utilizzando la delegazione CNMV a Bilbao e sarà organizzato un evento sul fintech nella delegazione di Barcellona.

Il Piano delle attività dettaglia anche il grado di rispetto degli obiettivi fissati per l’anno precedente, che hanno raggiunto il 91%, in lieve aumento rispetto agli anni precedenti (86% nel 2020 e 84% nel 2019).

Articolo precedenteIberdrola prevede di ottenere l’autorizzazione definitiva per la fusione di Avangrid e PNM
Articolo successivoChampions League: Edinson Cavani fuori dal Manchester United per affrontare l’Atletico Madrid