Home Sport Il Chelsea ritira la richiesta di giocare la partita di FA Cup...

Il Chelsea ritira la richiesta di giocare la partita di FA Cup a porte chiuse dopo una diffusa condanna

83
0

Il Chelsea ha ritirato la richiesta per la FA inglese di spostare i quarti di finale di coppa contro il Middlesbrough a porte chiuse meno di cinque ore dopo averlo inizialmente realizzato.

Dopo aver ricevuto la condanna universale per la richiesta, resa dopo che è diventato evidente che non sarebbero stati in grado di vendere i biglietti per la partita, il Chelsea si è piegato alle pressioni. La loro partita ora andrà avanti davanti al pubblico di casa tutto esaurito al Riverside Stadium con solo una manciata di tifosi ospiti che dovrebbero essere a terra.

“Dopo colloqui costruttivi tra FA e Chelsea, il club ha accettato di rimuovere la richiesta per i quarti di finale della FA Cup degli Emirati contro il Middlesbrough da giocare a porte chiuse”, ha detto un portavoce della FA. “La FA continua a discutere con il Chelsea, la Premier League e il governo per trovare una soluzione che consenta sia ai tifosi del Chelsea di assistere alle partite sia ai tifosi in trasferta di assistere allo Stamford Bridge, garantendo nel contempo il rispetto delle sanzioni”.

Oggi il Chelsea, che ora afferma di essere “grato per i continui sforzi della FA per aiutarci a trovare una soluzione”, aveva avvertito dell’impatto sull'”integrità sportiva” della FA Cup se una partita si fosse svolta con un set dei sostenitori e senza l’altro. Ora sono stati costretti a una scalata umiliante che potrebbe ancora danneggiare la loro posizione agli occhi del governo in un momento in cui hanno bisogno del sostegno politico per allentare la pressione e alla fine facilitare la vendita del club.

Fonti del governo erano furiose per i tentativi del Chelsea di esercitare pressioni per ottenere la loro volontà sulla vendita dei biglietti a pochi giorni dall’accordo che era stato messo in atto per consentire loro di operare mentre il proprietario Roman Abramovich è sotto sanzione. Downing Street è stato tra coloro che hanno messo in dubbio l’approccio del club, dicendo che non poteva vedere “nessun motivo” per cui la richiesta fosse stata avanzata. In privato le figure politiche erano del tutto più critiche.

Vedi anche:  Probabilità Napoli vs. Barcellona, ​​scelte degli esperti, come guardare, live streaming: scommesse UEFA Europa League per il 24 febbraio 2022

I termini della licenza speciale con cui i Blues operano da giovedì, quando Abramovich è stato sanzionato per i suoi legami con Vladimir Putin, non consentivano loro di vendere alcun biglietto aggiuntivo per le partite in casa e fuori casa ma il dialogo con gli inglesi è in corso. governo per modificarlo.

La richiesta del Chelsea è stata accolta con poca attenzione da tutto il panorama calcistico e oltre con Steven Brine, deputato conservatore di Winchester, che ha detto all’amministratore delegato della FA Mark Bullingham che avrebbe dovuto “dire al Chelsea di mettersi i parastinchi e gli stivali e giocare quel maledetto gioco .”

Middlesbrough non era stato meno feroce, descrivendo il suggerimento del Chelsea come “bizzarro e senza alcun merito”. La squadra di Chris Wilder ha battuto Manchester United e Tottenham sulla strada per i quarti di finale e giocherà davanti a un full house. Si prevede che il numero di tifosi in visita nel campo ammonterà a poche centinaia.

Nella sezione forse più concisa di una dichiarazione irta di rabbia, il club del campionato ha dichiarato: “Date le ragioni di queste sanzioni, per il Chelsea cercare di invocare ‘integrità’ sportiva come motivo per cui la partita si gioca a porte chiuse è ironico in l’estremo”.

Il viaggio di andata e ritorno di 530 miglia a Middlesbrough sarà ancora più complicato per il Chelsea con i costi di viaggio limitati a $ 26.300 (£ 20.000) secondo i termini della licenza. Questo non sarà un problema per la loro visita al Lille in Champions League mercoledì, ma alla fine, ha riconosciuto l’allenatore Thomas Tuchel, dovrebbero essere apportate modifiche.

“Ci sono restrizioni e dobbiamo affrontarle”, ha detto. “Ci sono aggiustamenti nella quantità di personale, chi viaggia, quante stanze abbiamo negli hotel e come arriviamo alle partite. Ne arriveranno alcuni, a quanto ho capito, a cui possiamo arrivare a livello professionale.

“Non si tratta di lusso e bling-bling. Questo è solo un livello sportivo professionale, dove giochiamo con due giorni tra le partite con il nostro avversario che ha quattro giorni tra le partite e arriviamo con la possibilità di infortuni. Per questo, è è meglio arrivare in aereo piuttosto che in autobus.

Vedi anche:  Manchester City vs. Sporting CP: streaming live della UEFA Champions League, canale TV, guarda online, quote, ora di inizio

“Cerchiamo di farlo. Da quanto ho capito, abbiamo un quadro per andare a giocare a Lille senza assolutamente scuse. Per quanto riguarda queste organizzazioni, è già più difficile organizzare le cose a livello professionale, nel miglior modo possibile, per la FA Cup. Ma ce ne occuperemo noi.

“Finché avremo magliette e saremo vivi come una squadra, saremo competitivi e combatteremo duramente per il nostro successo. Lo dobbiamo alle persone che ci supportano in un modo molto invisibile. Naturalmente, siamo sotto i riflettori e questo è nostra responsabilità farlo. Lo faremo”.

Parlando dopo il suo manager, il regista del Chelsea Kai Havertz ha detto che sarebbe disposto a coprire le proprie spese di viaggio se necessario. “Ci sono cose più difficili al mondo in questo momento che se dobbiamo prendere l’autobus o l’aereo per una partita in trasferta”, ha aggiunto.

Tale turbolenza fuori dal campo non ha ancora avuto un impatto sui risultati in campo del Chelsea finora con Havertz che ha segnato un vincitore nel finale portando i Blues alla vittoria per 1-0 sul Newcastle domenica. Il tedesco ha riconosciuto, tuttavia, che lui ei suoi compagni di squadra non trovavano facile mantenere la concentrazione.

“Tutti sanno che non è facile”, ha detto a CBS Sports. “Cerchi sempre di concentrarti sulle partite. Una situazione del genere non era mai successa prima al Chelsea, è un po’ strano ovviamente. Siamo professionisti e a volte possono succedere situazioni come questa.

“Non è facile per tutti noi, soprattutto per tutta la società, per i tifosi. Il meglio che possiamo fare in questo momento è giocare un buon calcio, cercare di regalare un sorriso ai tifosi in questo tipo di situazioni. Per noi in questo momento è tutto difficile ma come abbiamo visto nel fine settimana possiamo gestire queste situazioni e speriamo anche domani”.

Articolo precedenteAnonymous intensifica la sua guerra informatica contro la Russia
Articolo successivoPronostici Juventus-Villarreal, pronostici, come guardare, live streaming: le scommesse UEFA Champions League per il 16 marzo 2022