Home Economia Il Brent sfonda la resistenza degli anni ’90 e ha occhi solo...

Il Brent sfonda la resistenza degli anni ’90 e ha occhi solo per i 100 dollari

66
0

La verticalità dell’ultimo ‘rally’ del prezzo del greggio lascia le porte aperte affinché in ogni momento si possa assistere a una logica presa di profitto (fase di reazione). Il che non influenzerebbe minimamente il trend rialzista inferiore o primario.

Analisi tecnica
RESISTENZA ALLA ROTTURA
RESISTENZA ALLA ROTTURA

Breve termine

Medio termine

Lungo termine

Indipendentemente da ciò che accade nel breve termine e con ciò intendo le prossime sessioni/settimane, l’importante è che la struttura dei prezzi continua a costruire nuovi massimi più alti, dando così continuità all’impeccabile susseguirsi di alti e bassi crescenti. E così non cade.

I 90 dollari sono stati superati, prima delle resistenze (minimo 2012) e si può dire che non c’è più niente fino a 100 dollari/barile. Anche se i 100 dollari sono più una resistenza psicologica quell’altra cosa, non è una vera resistenza da usare. Tutto fa pensare che, con le sue correzioni in controtendenza (fasi di reazione), l”oro nero’ possa finire per tornare ai massimi storici fissati nel 2012 intorno ai 129 dollari. Sotto, dalla parte degli appoggi, abbiamo i più immediati in area 88 dollari e sotto gli 85 dollari.

brn040222
Grafico mensile – Future sul greggio Brent del Mare del Nord continui
Articolo precedenteAumenti in Asia: l’Hang Seng sale di oltre il 3% dopo le vacanze del capodanno lunare
Articolo successivoNaturgy, un valore in rialzo in tutti i tempi