Home Sport Il boss dell’Arsenal Mikel Arteta si gode l’amore di Granit Xhaka dai...

Il boss dell’Arsenal Mikel Arteta si gode l’amore di Granit Xhaka dai fan: “So quanto questo significhi per lui”

62
0

LONDRA — Mikel Arteta stava celebrando un sogno che si avvera oggi quando Granit Xhaka si crogiola nell’adulazione dei tifosi dell’Arsenal come loro vincitore della partita.

Il fragoroso colpo di 30 yard di Xhaka si è rivelato il momento vincente all’Emirates Stadium, ponendo fine a un periodo di pressione quasi implacabile del Manchester United con il gol finale dell’Arsenal in una vittoria per 3-1 che li ha spinti tra i primi quattro e ha offerto rinnovata speranza che si qualificherebbe per la Champions League.

Sarebbe la prima volta che Xhaka, uno dei giocatori più longevi dell’Arsenal, fa parte di una squadra per assicurarsi un posto tra i primi quattro. Il 29enne è stato spesso visto come il simbolo del declino dell’Arsenal da quando è stato spinto per il titolo nel 2016, la stagione prima del suo arrivo, e il suo gelido rapporto con i fan ha raggiunto il culmine alla fine del 2019 quando ha giurato ai tifosi che lo stavano fischiando come veniva sostituito. Successivamente sarebbe stato privato della carica di capitano.

Al suo arrivo pochi mesi dopo, Arteta convinse Xhaka a rimanere al club con il nazionale svizzero che presto si riaffermò come una figura chiave dell’Arsenal. Dopo anni in cui i suoi errori sembravano costare troppo spesso ai Gunners Xhaka, ora sta dando un contributo decisivo in un altro modo. Mercoledì, la sua noce moscata di Marcos Alonso fuori dalla propria area ha portato l’Arsenal sulla strada per il secondo gol nella vittoria per 4-2 sul Chelsea. Tre giorni dopo ha coronato un’esibizione dominante a centrocampo con il suo primo gol da dicembre 2020, uno che ha celebrato mandando baci ai fan della North Bank. Potrebbe essere stato diretto a individui specifici seduti in una scatola; indipendentemente dall’Emirates Stadium nel suo insieme stava provando l’amore.

Vedi anche:  Atletico Madrid vs Manchester United: streaming live di Champions League, canale TV, come guardare online

“[In 2019] Lo sognavo perché se lo merita”, ha detto Arteta a CBS Sports. “Se un fan trascorresse individualmente cinque o 10 minuti con Granit, o anche due minuti, perché è tutto ciò di cui hai bisogno, capirebbe la persona che è, il professionista che è e quanto tiene al club. Ma la storia c’era.

“Ora penso che abbia fatto, direi una mossa rischiosa, quando si è aperto ed ha espresso completamente i suoi sentimenti [in an interview with the Players’ Tribune], ma lo ha fatto anche perché è preparato. Sente che l’ambiente lo proteggerà, si sente amato nel club e la risposta penso sia stata grandiosa. Grazie ai fan per avergli mostrato questo apprezzamento perché so quanto questo significhi per lui”.

Solo Bukayo Saka, sempre eccellente oggi, ha giocato più minuti in Premier League di Xhaka dalla nomina di Arteta. In un periodo in cui il club ha cercato di cambiare il profilo di età della propria rosa, spostandosi su figure affermate come Mesut Ozil e Pierre-Emerick Aubameyang con un costo significativo per se stesso, dando ruoli centrali a artisti del calibro di Saka ed Emile Smith Rowe, il loro l’ex capitano del club è stata una costante.

“Abbiamo bisogno di un po’ di equilibrio in tutto ciò che facciamo, specialmente con i personaggi e le personalità che sono in quella squadra”, ha detto Arteta. Con i giocatori delle giovanili che stiamo portando, con gli acquisti che abbiamo fatto, con la qualità che avevamo dentro e fuori dal campo, Granit secondo me avrebbe avuto un ruolo chiave e avrebbe avuto una chiave ruolo di leadership per ottenere ciò che volevamo”.

Vedi anche:  Valutazioni giocatori USMNT contro Panama: Christian Pulisic segna tripletta, Tyler Adams domina nel mezzo

Il gol di Xhaka ha posto fine anticipatamente a un’altra vittoria elettrizzante e sconcertante per l’Arsenal in una settimana che li ha visti rilanciare le speranze di Champions League che avevano vacillato drammaticamente in tre sconfitte consecutive contro avversari a metà classifica. Il gol iniziale di Nuno Tavares e un rigore di Bukayo Saka sembravano aver preparato i padroni di casa sulla strada per la vittoria, ma un tiro da bracconiere di Cristiano Ronaldo ha preparato il terreno per un periodo di intensa pressione in cui i Gunners hanno faticato a non cedere. Se non fosse stato per un rigore sbagliato di Bruno Fernandes pochi minuti prima della partenza di Xhaka, questa sarebbe stata la partita in cui un traguardo tra i primi quattro è sfuggito alla portata di Arteta.

Invece, un chiassoso Emirates Stadium gli ha dato la convinzione che l’Arsenal possa battere il Tottenham sul palo. “Oggi quello che è stato decisivo è quando sei in vantaggio per 2-0 e hai il controllo totale del gioco, Ronaldo esce dal nulla, quando è con [Gabriel] e lui riesce a segnare il gol, poi penso che nessuno in questa stanza direbbe che vinceremmo con Granit che segna da fuori area. Questa è la bellezza di questo gioco;”, ha detto.

“Non controllo queste cose e non sto cercando di controllarle. Ma quello che vedo è una squadra così disponibile, che dà l’energia. La coesione che hanno in quello stadio è fenomenale e dà loro un possibilità e mi fa credere che possiamo farcela”.

Articolo precedenteIl Manchester United lotta per “mantenere alto il livello di energia” per Ralf Rangnick prima dell’arrivo di Erik ten Hag
Articolo successivoIl delicato equilibrio della Francia: debito, crescita e un “terzo round” chiave