Home Sport Il Barcellona ha dominato la Real Sociedad, ma le grandi spese estive...

Il Barcellona ha dominato la Real Sociedad, ma le grandi spese estive rendono il successo a lungo termine l’obiettivo che conta davvero

66
0

La storia più importante del calcio europeo di questa estate è stata di Barcellona incredibile riemergere come superpotere di trasferimento.

La squadra della Liga è atterrata Robert Lewandowski dal Bayern Monaco, Rafinha da Leeds Unito e Jules Koundé da Siviglia per commissioni considerevoli mentre Franck Kessie e Andrea Christensen arrivato con trasferimenti gratuiti da AC Milan e Chelsea rispettivamente. Tutti e cinque hanno fatto il check-in al Camp Nou quest’estate come parte del Barca’s rivoluzione con il nuovo quintetto di stelle, tutti al comando di buste paga significative.

Ciò ha portato a un importante rimpasto di squadra che non è ancora completo dato che Kounde non è registrato, e ci vorranno circa $ 20 milioni perché i blaugrana sblocchino quella situazione in modo che il Francia internazionale può scendere in campo. Il Barça ha provato a muoversi su giocatori del calibro di Frenkie de Jong, Memphis Depay, Samuel Umtiti e adesso Pierre-Emerick Aubameyang con nessuno del quartetto ancora ufficialmente fuori dalla porta.

Le mosse significano che il Barca può, e probabilmente lo farà, giocare regolarmente a un ottimo calcio, data la sua impressionante potenza da star. Nonostante in qualche modo abbia iniziato la stagione con uno 0-0 contro Rayo Vallecanouna partita in cui Barca ha superato gli avversari 21-4 e ha vinto la battaglia del gol previsto 1,95-0,50, di Xavi gli uomini sono chiaramente capaci di spettacoli mozzafiato. Domenica ne hanno consegnato uno con una vittoria per 4-1 in trasferta Real Sociedad lato con Lewandowski che afferra una doppietta. Ma le grandi prestazioni per riportare la squadra nella contesa per il titolo spagnolo e una lunga corsa in Champions League non sono sufficienti. La nuova realtà per il club che ha scelto di intraprendere questa strada è che ora hanno bisogno di una gloria nazionale e continentale sostenuta per evitare le ripercussioni potenzialmente paralizzanti che attendono se saranno qualcosa di diverso dalla perfezione nei prossimi anni.

Vedi anche:  Cristiano Ronaldo e Georgina Rodriguez annunciano la morte del figlioletto: "È il dolore più grande che un genitore possa provare"

Tuttavia, la situazione dei colossi catalani non è così semplice, un giocatore che scambia e toglie giocatori indesiderati dai libri per registrare il desiderio di nuovi arrivi. Per rendere possibile la loro recente raffica di trasferimenti, il Barca ha scommesso molto sul successo futuro a lungo termine svendendo pacchetti dei suoi diritti televisivi con un accordo di licenza e merchandising previsto anche e la loro casa spirituale già ribattezzata Spotify Camp Nou dopo che è stato raggiunto un accordo commerciale.

Messo in difficoltà dal precedente regime sotto l’ex presidente Josep Bartomeu, i 26 volte campioni di Spagna stanno cercando di tornare ai giorni di gloria della loro generazione d’oro sotto il ritorno del supremo Joan Laporta. A differenza dell’era di Lionel MessiXavi, Andrés Iniesta, Sergio BusquetGerard Pique, Carles Puyol e Victor Valdestuttavia, c’è meno attenzione alla crescita organica dall’interno della famosa accademia La Masia e maggiore enfasi su una strategia di soluzione rapida nel mercato dei trasferimenti.

C’è una rappresentazione nostrana simbolica all’interno del attuale gruppo fornito da Ansu Fatti mentre Eric Garcia è un prodotto dell’accademia giovanile con cui è emerso Manchester City. Tuttavia, i ponti principali con il glorioso passato del Barca sono forniti dall’attuale allenatore Xavi e dai veterani Pique e Busquets da quando Messi si è trasferito al Paris Saint-Germain a causa di precedenti difficoltà finanziarie.

Vedi anche:  Manchester United: Erik ten Hag ufficialmente nominato nuovo allenatore con contratto fino al 2025

I Culers potrebbero essere contenti dei loro nuovi poteri finanziari e del rinnovamento che quei nuovi fondi hanno offerto al club in questo momento, ma non ci dovrebbero essere dubbi sul fatto che le loro recenti manovre non mancano di rischi. A meno che Barca non intraprenda una corsa probabilmente ancora più riuscita di quella che il giocatore ha aiutato a supervisionare come Pep Guardiola, Messi e Xavi, ulteriori ramificazioni finanziarie sembrano inevitabili e potenzialmente più brutali della situazione in cui Laporta si è trovato alla rielezione.

Con due titoli spagnoli degli ultimi tre (l’altro vinto da Atletico Madrid) e un successo in UEFA Champions League che va agli acerrimi rivali Real Madrid dall’ultima volta che il Barca ha trionfato nella Liga, c’è solo una vittoria della Copa del Rey 2020-21 da puntare a cui a malapena urla che sono pronti per dominare. Inoltre, la stessa Liga sta attualmente lottando in termini finanziari con pochi club in grado di competere con club di Premier League anche non d’élite sul mercato e un tetto salariale che fornisce il tipo di ostacoli che i blaugrana stanno cercando di superare.

Il Barça è un posto eccitante in cui stare e un progetto molto intrigante da guardare svolgersi in questa stagione e oltre, ma arriva senza carenza di potenziale e persino probabile pericolo se non riescono a spazzare via tutto davanti a sé in un brevissimo lasso di tempo.

Articolo precedenteUEFA e CBS Sports/Paramount raggiungono un accordo di sei anni per trasmettere Champions League, Europa e Conference League
Articolo successivoSorteggio UEFA Champions League: live streaming, come guardare online, calendario, data, ora, partite della fase a gironi