Home Economia Iberdrola svilupperà 16 nuovi progetti rinnovabili nel Regno Unito

Iberdrola svilupperà 16 nuovi progetti rinnovabili nel Regno Unito

105
0

Iberdrola svilupperà 16 nuovi progetti rinnovabili nel Regno Unito dopo averne garantito la redditività ottenendo il Contratti per differenza (CfD) con il governo britannico che ne assicura la sostenibilità finanziaria, come riportato dalla società.

I CfD sono a meccanismo di finanziamento che mira a incoraggiare gli investimenti in nuove tecnologie rinnovabiliassicurando ai promotori un prezzo fisso indicizzato, che consenta loro di affrontare i costi iniziali e garantire un rendimento minimo nel lungo periodo, indipendentemente dalla volatilità del mercato all’ingrosso.

Tramite Scottish Powerla sua controllata nel Regno Unito, Iberdrola ha ottenuto contratti CfD per il suo grande progetto eolico offshore East Anglia Tre, 1.400 MW; cinque progetti eolici onshore con una capacità combinata di 396 MW; e dieci siti solari fotovoltaici per un totale di 326 MW di capacità.

Vedi anche:  "Abbiamo abbassato le banche a 'sottopeso' e rimaniamo negativi con i titoli europei"

L’attuazione di queste iniziative, che saranno realizzate in Scozia, Inghilterra e Gallessarà quasi raddoppiare la capacità installata rinnovabile dell’azienda in questo paeseincorporando una potenza complessiva di oltre 2.200 MW.

In questo modo, l’azienda evidenzia, Iberdrola è diventata l’azienda con il maggior numero di progetti rinnovabili sostenuti dal governo del Regno Unito nella quarta asta indetta dal Dipartimento dell’Energia del BEIS, il cui risultato è stato annunciato giovedì. “I progetti selezionati in questo round avranno 11.000 MW di capacità installata, di cui quasi 4.000 MW corrispondono all’energia eolica offshore”, dettagliano.

Questa decisione rappresenta un importante supporto per la realizzazione del parco eolico offshore East Anglia Three, che comporterà investimenti per circa 4.000 milioni di euro. Questo sito è uno dei tre progetti ‘offshore’ di cui fanno parte Hub dell’Anglia orientaleun complesso eolico offshore che aggiungerà una capacità installata di 2.900 MW, sufficiente per fornire energia pulita a 2,7 milioni di case britanniche, e comporterà un investimento di circa 12.000 milioni di euro.

Vedi anche:  BME ammette il programma Euro Commercial Paper di REE per il trading

Dei 4.000 MW di energia eolica di cui dispone attualmente l’impresa di costruzioni, più di 2.500 MW (65%) corrispondono a progetti marittimi. Tra questi, quello che sarà il primo parco eolico su scala commerciale negli Stati Uniti, Vineyard Wind 1 (806 MW). In questo Paese il gruppo promuove anche Park City Wind (804 MW).

Articolo precedenteLo Ibex 35 e il resto d’Europa mantengono il forte rimbalzo con il focus sul Regno Unito
Articolo successivoIl motivo per cui i polpastrelli si raggrinziscono a contatto con l’acqua